Sali minerali, perchè sono importanti

di Silvana 1

I sali minerali come calcio, magnesio, sodio, zolfo, potassio, cloro, ferro e fosforo sono composti inorganici presenti solo in minima parte nell’organismo; essi rappresentano infatti appena il 6 per cento del peso corporeo. Tuttavia, svolgono funzioni molto importanti per il mantenimento del nostro stato di salute dal momento che li ritroviamo coinvolti nei processi di sintesi delle proteine, nell’accrescimento di denti ed ossa e nella regolazione dell’equinlibrio idro-salino cellulare.

Il nostro corpo però non sintetizza i sali minerali e quindi è indispensabile assumerli attraverso l’alimentazione rispettando però il fabbisogno giornaliero che varia in funzione del tipo di sale minerale. Vi sono infatti sali minerali, detti macroelementi, la cui razione giornaliera raccomandata è superiore ai 100 mg. Sono macroelementi calcio, sodio, magnesio, potassio, zolfo, fosforo e cloro.

Vi sono poi sali minerali la cui dose giornaliera consigliata va da meno di 1 mg a 100 mg al giorno. Rientrano in questo gruppo i cosiddetti microelementi: ferro, rame, zinco, fluoro, iodio, selenio, cromo, cobalto, manganese, molibdeno, silicio, nichel. Infine vi sono sali minerali presenti nell’organismo solo in tracce, il cui fabbisogno è quindi nettamente inferiore a 1 mg al giorno. Sono questi i cosiddetti oligoelementi: arsenico, stagno, nichel, germanio, vanadio, tungsteno, piombo.

Di norma, una dieta bilanciata è più che sufficiente per assicurare la razione giornaliera raccomandata di sali minerali, mentre il ricorso a integratori alimentari specifici è consigliabile solo nei casi di carenza grave e accertata. In condizioni di normalità è sufficiente non far mancare nella dieta quotidiana gli alimenti che ne sono ricchi.

Discrete quantità di calcio e di fosforo sono contenute nel latte e nei suoi derivati, negli ortaggi a foglia verde e nel pesce in scatola. I cereali, invece sono molto ricchi di ferro, rame, manganese e nichel. Banane, pomodori, legumi e patate sono ricchi di potassio, minerale utile, come abbiamo visto più volte, per la reintegrazione dell’equilibrio idrosalino dopo l’allenamento e per la prevenzione di fastidiosi crampi muscolari.

La frutta secca e il cacao si distinguono invece per il contentuo di magnesio, mentre il ferro è presente nelle verdure a foglia verde, nel pesce, nei legumi, i fagioli soprattutto, nelle uova e nei cereali. Sono invece ricchi di zolfo alimenti ad alto valore proteico come carne, uova e legumi.

Photo Think Stock

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>