Power strike. Kick boxing, arti marziali e aerobica

di Silvana 1

Power strike è un programma di fitness basato su arti marziali, tecniche di calcio e pugno mutuate dalla kick boxing e aerobica. Messo a punto (e registrato come marchio) nel 1995 dalla karateka italiana Ilaria Montagnani e dall’esperta di fitness Patricia Moreno, si è subito diffuso negli States dove è diventato una vera e propria moda.

Powerstrike è la disciplina sportiva ideale per chi desidera migliorare coordinazione ed equilibrio, potenziare la muscolatura, bruciare le calorie in eccesso e scaricare lo stress. Inoltre è un ottimo sistema di autodifesa. Come accennato, prevede l’impiego di tecniche di boxing (di pugno) e di kicking (di calcio) rivolte a un avversario immaginario o, come vedremo, a un sacco imbottito come quelli utilizzati per gli allenamenti di boxe.

Alle tecniche di calcio e pugno si uniscono gli esercizi svolti con una speciale spada da allenamento utilizzata per l’esecuzione di movimenti secondo tecniche mutuate da kendo e aikido. Non è quindi previsto, in nessun caso, alcun contatto fisico con altri, al contrario di quanto abbiamo visto a proposito della kick boxing.

Attività correlate al power strike vero e proprio sono il cosiddetto Impact, che vede due atleti impegnati a mettere in pratica le tecniche di calcio e pugno apprese utilizzando un solo sacco, e il Kicks only che prevede l’esecuzione di calci laterali, frontali e posteriori a tempo di musica e secondo coreografie ben definite.

Il powerstrike ha senza dubbio il pregio di assicurare a chi lo pratica risultati tangibili a beneficio di tutta la muscolatura e delle articolazioni con un notevole guadagno in termini di flessibilità e agilità. Rappresenta però un allenamento abbastanza intensivo che presuppone un buono stato di salute.

E’ infatti sconsigliato a chi è affetto da problemi alle articolazioni e alla schiena, tendiniti e disturbi cardiaci.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Kick boxing. Più agili, meno aggressivi

Photo credit | Thinkstock

 

 

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>