Pilates matwork o con le macchine? Quale scegliere e perché

di Sara Mostaccio Commenta

Con l’inizio di Settembre si riprendono anche i corsi in palestra e una delle discipline più amate degli ultimi anni è il pilates. Ma come sceglire a quale corso iscriversi? Meglio pilates matwork o con le macchine?

La scelta dipende soprattutto dalla disponibilità di corsi nei pressi di casa o lavoro, perché sia comodo raggiungere la sede delle lezioni. Ma se avete la possibilità di scegliere tra pilates matwork e pilates sulle macchine questo post fa per voi, per capire quale delle due varianti è la più adatta ai risultati che desiderate ottenere.

Ambedue i metodi derivano dall’idea di Joseph Pilates che ha codificato il metodo di allenamento per lavorare con i propri allievi in modo sempre efficace, alternando le due tipologie di lavoro. L’ideale potrebbe essere dunque scegliere un corso misto o alternare matwork e macchine durante la settimana.

Il lavoro sul reformer è più indicato per i principianti perché il movimento è assistito e ciò consente nel contempo di lavorare anche più intensamente e profondamente. La resistenza delle macchine inoltre è regolabile dunque si può modificare l’intensità del lavoro a seconda dei propri progressi. La scelta è ideale anche per chi ha problemi di mobilità ridotta.

Il pilates sul tappetino, o matwork, è più impegnativo da un punto di vista del controllo del movimento perché bisogna contare unicamente sul proprio corpo, senza l’assistenza delle macchine. Di contro il numero degli esercizi che si possono eseguire è inferiore rispetto alle macchine, anche se è sempre possibile servirsi di vari attrezzi come il cerchio, la fitball, le bande elastiche, le palle.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>