Pilates, una ginnastica anche per il viso

di Piera 2

Quando si esegue un programma di allenamento si presta sempre attenzione a coinvolgere tutti i gruppi ed i distretti muscolari, ma ci si dimentica quasi sempre del viso. un grave errore perchè qui anche questa zona è ricca di fibre muscolari che, tra l’altro, sono responsabili della tonicità dell’ovale, ma anche dell’espressione e dei lineamenti.

Tra i movimenti del metodo Pilates, poi, ve ne sono due in particolare che sono adatti per alzare gli zigomi e rilassare  il contorno occhi e le palpebre, proprio le zone che vengono interessate dai primi cedimenti dei tessuti dovuti all’invecchiamento. Bastano pochi minuti, quindi, come spiega Anna Maria Cova, realizzatrice del metodo CovaTech, per avere tutti i benefici.

La serie dei due esercizi richiede un pò di attenzione per imparare bene i movimenti da eseguire, ma è semplice ed adatta a tutti. Il primo esercizio, detto palming, serve a riposare gli occhi e, nel frattempo, rilassare le palpebre e la zona orbitale, attenuando così anche i segni di stanchezza. Si può eseguire stando distesi in orizzontale, in posizione supina, meglio su un tappetino, per assumere una postura corretta o rilassata, ma anche sul letto. Si coprono entrambi gli occhi con le mani, si rilassano braccia e spalle e si eseguono almeno 3/4 cicli di respirazione completa, inspirando dal naso ed espirando dalla bocca. Successivamente, dopo essersi concentrati sul respiro, si tolgono le mani e riaprendo gli occhi si cerca di mettere a fuoco oggetti vicini e lontani.

L’esercizio per rialzare gli zigomi, invece, pur essendo semplice, va a coinvolgere una serie di muscoli come il buccinatore, il muscolo orbicolare della bocca, ma anche il grande zigomatico che è responsabile della maggior parte dei movimenti.  E’ importante posizionarsi di fronte ed uno specchio per controllare i movimenti. L’attenzione è rivolta sulla bocca che, in un primo momento, dovrà essere aperta come se si volesse pronunciare la “O”, e anzi, emettere il suono aiuta a trovare la posizione corretta, mentre successivamente si deve posizionare la bocca pronunciando la “A”, ma senza mostrare i denti, arretrando quindi le labbra. Alternare questi due movimenti per circa 10 volte aiuta a mantenere attivi e tonici i muscoli del viso.

[Fonte: Sanihelp.it ]

Commenti (2)

  1. Sono entusiasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>