Madonna, il fitness e la dieta della Luna

di Francesca Spano Commenta

dieta

Le nuove mode le lancia tutte lei e anche questa volta Madonna torna a far parlare di sé non solo per la musica, ma anche per le sua abitudini bizzarre. Innamorata del fitness, ha deciso di mantenersi in linea con una dieta innovativa che è la Lunar Diet, cioè la Dieta della Luna. Come è facile immaginare è legata ai suoi cicli e alla capacità di influenzare le maree.

La Luna è in grado anche di determinare il flusso di acqua dentro di noi e quindi chi segue le sue fasi, con una alimentazione preparata appositamente, può eliminare parecchi liquidi in eccesso e lo stesso vale per le tossine.  Non è solo Madonna ad aver deciso di seguirla per vederne gli effetti, ma già prima affezionata del metodo era Demi Moore. La Lunar Diet prevede una purificazione che varia da 1 a tre giorni al mese.

Chi decide di vedere come può apportare benefici al proprio corpo, deve assumere soltanto liquidi e iniziare a disintossicarsi dall’inizio delle fasi lunari per tentare di stimolare l’attività renale e far perdere al corpo i liquidi in eccesso. Del resto, fattori come lo stress o una cattiva alimentazione o, ancora una digestione non perfetta ci fanno accumulare tossine che così possiamo espellere.

E’ una dieta che sta conquistando sempre più persone ma, al momento, come capita spesso, non ci sono prove scientifiche sicure che garantiscono la riuscita e gli effetti positivi. Certo, la luna ha sempre influenzato un po’ tutto, ma sulla dieta ci sono ancora in corso degli studi. Che poi possa persino farci dimagrire, è tutto da provare. Gli esperti dicono che potrebbe trattarsi di una tendenza temporanea. Insomma, è facile perdere i liquidi, ma il rischio è che poi si possano formare nuovamente e sparire con lentezza, anche perché deve diminuire anche il grasso per poter dire di pesare di meno. Questo è un attimino più lungo e complesso.

Photo Credit: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>