Esercizi di stretching in acqua

di Gioia Bò Commenta

stretching in acqua

Lo stretching è un’operazione che molti sportivi praticano al termine dell’allenamento, al fine di raffreddare i muscoli ed evitare stiramenti e strappi. Ma forse non tutti sanno che lo stretching può avere anche un grande potere rilassante, specie se praticato in acqua, elemento naturale che contribuisce alla distensione del muscolo.

Se frequentate una piscina o se amate trascorrere il vostro tempo libero in un centro termale, provate ad eseguire qualche semplice esercizio di stretching in acqua e troverete dei benefici immediati. Quali esercizi scegliere? Ecco qualche esempio pratico.

Primo esercizio. Per eseguire al meglio l’esercizio occorre portarsi verso l’acqua “alta”, in modo da immergersi fino alle spalle. Si parte dalla posizione eretta, con le gambe divaricate e le braccia distese lungo i fianchi. Ruotate le spalle all’indietro, inspirando in fase di salita ed espirando in fase di discesa. Ripetete la rotazione per una decina di volte, quindi ruotate le spalle in avanti, ripetendo la rotazione per altre dieci volte. Rilassatevi per qualche minuto e ripetete l’intera serie per altre due volte. L’esercizio aiuta a sciogliere le tensioni delle spalle e della zona cervicale, influendo positivamente anche sulla postura.

Secondo esercizio. Posizione eretta, gambe divaricate e leggermente piegate, mani sui fianchi. Portare il bacino in avanti inspirando e riportatelo indietro espirando. Ripetete l’esercizio per una decina di volte, quindi eseguite una rotazione completa, muovendovi lentamente e cercando di controllare il respiro durante il movimento. Riposatevi per qualche minuto prima di ripetere l’esercizio nel senso opposto.

Terzo esercizio. Per eseguire questo esercizio è necessario munirsi di un tubo che aiuti a galleggiare. Fate passare il tubo dietro la schiena e sistematelo sotto le ascelle. Ora divaricate le gambe e richiudetele per una decina di volte, senza toccare il fondo della vasca. Portate le ginocchia al petto e poi distendete le gambe in avanti, ripetendo l’esercizio per almeno dieci volte. Riposatevi per qualche minuto, quindi ripetete l’intera serie.

Photo Credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>