Stretching per gambe e bacino

di Gioia Bò 4

Lo stretching alla fine di un allenamento è importante quanto (o forse più) dell’allenamento stesso, poiché permette al muscolo di rilassarsi in modo graduale, senza incorrere in strappi o lesioni più o meno gravi. Abbiamo affrontato l’argomento varie volte sulle pagine de ilFitness, ma oggi ci vogliamo soffermare sullo stretching specifico per le gambe ed il bacino, proponendovi una serie di esercizi che non dovrebbero mai mancare nel vostro allenamento quotidiano.

Si tratta di esercizi semplicissimi ma al tempo stesso molto utili, se vogliamo essere certi che i nostri muscoli tornino nella forma migliore alla fine di un allenamento. Pronti allora per la panoramica?

Primo esercizio: posizione eretta, gambe distese ed una mana poggiata su una superficie stabile (lo schienale di una sedia o un muro ad esempio). Piegate all’indietro una gamba ed afferrate la caviglia con la mano corrispondente, tirando leggermente fino a quando non sentite il muscolo allungarsi. Mantenete la posizione per una decina di secondi e poi tornate con il piede a terra. Ripetete l’esercizio per 10 volte, prima di cambiare gamba e ricominciare.

Secondo esercizio: posizione eretta, braccia allungate sui fianchi. Effettuate un affondo, portando avanti una gamba e poggiando le mani sul ginocchio piegato. La gamba che resta dietro il corpo deve essere allungata, mentre la schiena deve mantenersi in linea con la gamba. In questa posizioni effettuate una decina di molleggi, poi tornate nella posizione eretta e ripetete l’esercizio con l’altra gamba.

Terzo esercizio: seduti sui talloni, braccia lungo i fianchi. Scendete all’indietro con la schiena, aiutandovi con l’appoggio della mani a terra, fin quando non sentite i muscoli delle cosce allungarsi. Mantenete la posizione per qualche secondo e poi tornate in posizione seduta, sempre aiutandovi con le mani. Ripetete l’esercizio per almeno 10 volte.

Come vedete di tratta di esercizi di stretching davvero semplici da effettuare e che richiedono una decina di minuti in tutto, garantendovi la sicurezza di rilassare i muscoli in modo corretto.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>