Lo stretching non ha alcun effetto preventivo sull’indolenzimento muscolare

di Federica Trovato Commenta

Da sempre siamo stati abituati a pensare che fare qualche minuto di stretching prima di ogni sport, servisse a “preparare” i muscoli ad uno sforzo più intenso e costante.

Uno studio presentato nel corso dell’American Academy of Orthopaedic Surgeons, dimostra che questa tecnica di allungamento passivo non servirebbe a ridurre in alcun modo i rischi di stiramenti o strappi.

Questa ricerca ha coinvolto circa 3000 atleti (suddivisi in seguito in due gruppi) ai quali è stato chiesto prima dell’allenamento, di effettuare questi esercizi di allungamento. Il primo gruppo non ha effettuato alcun esercizio di riscaldamento, il secondo invece, ha svolto l’allungamento in modo corretto coinvolgendo quindi i muscoli femorali, quadricipiti e polpacci.

Qual’è stato il risultato? Beh nessuno ha riscontrato alcun risentimento muscolare. E allora quali sono i fattori che concorrono ad aumentare la possibilità di subire infortuni? I fattori di rischio per i nostri muscoli sembrano essere i traumi subiti negli ultimi quattro mesi e un alto indice di massa corporea. Nonostante tutto ciò, gli scienziati invitano a non rinunciare allo stretching.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>