Doping, uno sportivo su dieci ne fa uso

di Silvana 1

Secondo il Rapporto della Commissione Vigilanza e Controllo del Doping del Ministero della Salute, relativo all’anno 2011, uno sportivo su dieci in Italia ricorre al doping per migliorare le proprie prestazioni sportive. Il consumatore tipo di sostanze dopanti è un uomo, ha circa trenta anni ed è residente nel nord del Paese. Tra le sostanze maggiormente assunte dagli uomini vi sono diuretici e agenti mascheranti mentre le donne propendono per gli stimolanti ad effetto anoressizzante.

Ed anche se l’età media di chi fa uso di sostanze dopanti è relativamente bassa (ventinove anni) il fenomeno interessa soggetti praticamente di tutte le età, sia dilettanti che professionisti, anche se i primi sono coinvolti in misura minore. Ma a quale disciplina sportiva appartegono i più “dopati”?

La percentuale di positività più alta è stata riscontrata tra coloro che praticano sollevamento pesi, seguiti da giocatori di rugby e ciclisti. E se il doping appare diffuso in maniera preoccupante tra i professionisti non mancano di allarmare i dati relativi agli sportivi amatoriali, sempre più schiavi di sostanze legali, integratori e antinfiammatori, che rischiano di nuocere comunque alla loro salute.

Secondo gli esperti anzi, i dilettanti corrono un rischio doppio rispetto ai professionisti: se è vero infatti che questi ultimi commettono un reato, con tutte le declinazioni che questo ha in un settore come quello sportivo dove la lealtà, l’impegno e la sana competizione dovrebbero farla da padrone, l’assunzione della sostanza dopante da parte loro avviene per lo più in un contesto controllato.

Lo stesso non può dirsi per il non professionista per il quale le ricadute sul piano fisico possono essere anche molto gravi.

[Fonte]

Altri articoli che possono interessarti:

Sport e doping, i diuretici;

Sport e doping, la caffeina;

Sport e doping, le anfetamine;

Gli effetti collaterali degli steroidi anabolizzanti.

Photo credit | Think Stock

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>