Consigli per correre in montagna

di Sara Mostaccio Commenta

Con l’arrivo della primavera ci piace moltissimo ricominciare a correre ma avete mai pensato di correre in montagna? È un’attività capace di dare molta soddisfazione, sia per la varietà del terreno che per le sfide che pone, oltre che per l’indubbia bellezza del paesaggio.

Scopriamo una serie di utili consigli per cominciare a correre in montagna o per migliorare l’approccio a questa disciplina se frequentate già zone in quota e volete elevare il livello della vostra prestazione fisica.

Naturalmente correre su sentieri di montagna o percorsi fuoristrada è molto diverso che farlo sulla strada o su pista. La superficie è irregolare e bisogna usare qualche accortezza in più. Ecco quale.

Scarpe

Le scarpe devono avere una buona aderenza per evitare di scivolare. Le scarpe per il trail sono generalmente realizzate con suole in materiali diversi, più robusti, dunque è bene procurarsi le calzature più adatte se intendete praticare questo sport in maniera continuativa.

Giacca

Visti i cambiamenti di tempo atmosferico repentini, in montagna bisogna sempre avere con sé una giacca impermeabile, leggera e tecnica, che consente la traspirazione ma vi protegge da vento e pioggia e quando non serve si ripiega e pesa poco.

Zainetto

Un piccolo zainetto, leggero e funzionale, è utile per avere con sé un capo di abbigliamento di ricambio, la giacca già citata, occhiali da sole, acqua e uno spuntino. Sceglietene uno apposito per la corsa, che resta aderente al corpo e scarica correttamente i pesi.

Falcata

La falcata deve essere più corta, soprattutto se stiamo affrontando una salita o un tratto molto tecnico dal fondo irregolare. Diminuiremo così la possibilità di perdere l’equilibrio su una superficie meno stabile.

Posizione del corpo

Varia anche l’assetto del corpo in funzione delle variazioni del terreno che prevedono sia salite che discese. Ciò comporta un maggior lavoro della zona centrale del corpo che è incaricata di mantenere la postura e assestarla quando necessario. Sviluppate gli addominali e la zona lombare per migliorare la prestazione.

Corse brevi

Non crediate di poter affrontare in montagna, soprattutto all’inizio, le lunghe sessioni che siete in grado di sostenere su strada, in pianura o in pista. Iniziate correndo per brevi tratti, approfittatene per curare bene la tecnica. Considerate che state imparando da zero una nuova disciplina, diversa dalla corsa che siete abituati a praticare.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>