Come scegliere le scarpe da corsa

di Sara Mostaccio Commenta

Scegliere le scarpe da corsa giuste è un momento molto importante per ogni sportivo che voglia intraprendere questa disciplina, sia a livello amatoriale che a livello agonistico. Nel primo caso però è più difficile orientarsi tra le proposte essendo neofiti. Chi corre già da tempo saprà scegliere più facilmente ma qualche consiglio è sempre utile a tutti.

Scopriamo qualche suggerimento per trovare le scarpe più adatte a sé tenendo conto dei fattori più importanti che devono guidare la scelta delle scarpe per correre. Chi vuole avvicinarsi alla corsa deve prima di tutto trovare in sé la buona volontà necessaria, poi attrezzarsi con le scarpe giuste.

La scarpa corretta non solo evita la formazione di vesciche e il rischio di lesioni alle articolazioni, ma aiuta anche ad affrontare meglio l’allenamento, che viene ottimizzato e reso più efficace proprio dall’uso dello strumento principale scelto con cura.

La taglia corretta

La prima cosa da controllare è la taglia giusta della scarpa che scegliete, da provare direttamente sul proprio piede con il tipo di calza che si usa per correre. Se preferite scovare l’occasione su web, non trascurate comunque la prova fisica della scarpa cercando un rivenditore vicino a voi e andando a testare di persona quale taglia sia la più giusta. Tenete conto che diverse marche hanno diverse calzata che a volte cambia anche tra i vari modelli dello stesso marchio, dunque il consiglio è di provare sempre il modello specifico e non una scarpa generica del brand che avete scelto.

Come scegliere la taglia

La taglia corretta deve calzare in modo che la scarpa stia ben ferma sul piede, ma non stretta. Tra la punta dell’alluce e la punta della scarpa deve esserci tra mezzo e un centimetro di spazio.

Anche provare le scarpe nel momento giusto della giornata è utile per non sbagliare taglia. L’ideale è il pomeriggio, quando il piede è leggermente più gonfio rispetto alle prime ore del mattino, proprio come durante lo sforzo fisico. Il volume aumenta in media del 7% rispetto al normale.

Pronatore, neutro o supinatore

Altro elemento essenziale è capire se siete pronatori, neutri o supinatori. Questo dettaglio riguarda l’appoggio del piede sul terreno. Si è pronatori quando si tende ad appoggiare al suolo soprattutto la parte interna del piede. Si è supinatori quando accade l’inverso.

Molti negozi sportivi propongono una prova di corsa con sensori che rilevano l’appoggio del piede in modo da scegliere con cognizione di causa quale sia il modello più adatto a voi. Potete però capire anche da soli se siete supinatori, pronatori o neutri in base a come consumate abitualmente le vostre scarpe giornaliere.

Il modello adatto al proprio peso

Oltre alle caratteristiche del passo bisogna tenere in considerazione la propria struttura fisica. Chi pesa 60 chili avrà bisogno di scarpe diverse rispetto a chi ne pesa 80. Nel primo caso basteranno scarpe più leggere e flessibili, nel secondo saranno indispensabili scarpe più stabili e ammortizzate.

Ritmo di corsa

Il ritmo con cui corrert determina ulteriormente il tipo di scarpa di cui avete bisogno. Chi corre ad un ritmo alto o partecipa a competizioni deve optare per scarpe più leggere e reattive, sempre che il proprio peso lo consigli. Al contrario un ritmo di corsa molto lento richiederà un modello più stabile e molto ammortizzato.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>