Scarpe da running donna: come scegliere quelle più adatte alle proprie esigenze

di Lucia D'Antuono Commenta

Analizziamo meglio alcuni dettagli che potrebbero orientare le vostre scelte

Ormai al giorno d’oggi sono tantissime le persone che si dedicano al jogging e al running e di conseguenza sono interessate a sapere come scegliere le scarpe più adatte per questa attività. La scelta di calzature di buona qualità è fondamentale per portare a termine l’attività sportiva nel miglior modo possibile, garantendo un buon supporto lombare e prevenendo così eventuali infortuni.

scarpe da running donna

Se al momento della scelta le scarpe sembrano tutte uguali, in realtà le caratteristiche possono variare di molto a seconda del tipo di attività che si vuole svolgere, per questo motivo è importante informarsi adeguatamente sulle caratteristiche delle calzature che si vogliono acquistare e sul tipo di attività sportiva che si vuole svolgere. Vediamo insieme come scegliere le scarpe running donna che soddisfano meglio le tue esigenze e correre in massima sicurezza.

Quali scarpe da running donna scegliere

Sia nei negozi fisici che online l’offerta di scarpe da corsa è davvero ampia, sono infatti presenti tantissimi modelli che si adattano bene a diversi gusti ed esigenze, per questo motivo quindi ci si potrebbe trovare in difficoltà al momento della scelta. La cosa fondamentale da tenere presente è che le scarpe da corsa non sono tutte uguali e devono essere scelte in maniera precisa a seconda del tipo di attività che si vuole svolgere. I criteri da tenere presente sono diversi, innanzi tutto bisogna comprendere se le scarpe saranno utilizzate per attività agonistica oppure amatoriale, se si utilizzeranno per le gare oppure per l’allenamento, in base al tipo di terreno sul quale si corre e al tempo di durata della corsa. Ad esempio per la corsa su asfalto sono più adatte delle scarpe con buona capacità di assorbimento, in modo da alleggerire il carico sulle articolazioni, mentre su sterrato e sentieri di terra sono da preferire scarpe più rigide e con un sostegno maggiore per evitare strappi e distorsioni. Tutti questi accorgimenti sono utili da un lato per migliorare la performance sportiva, ma soprattutto per tutelare la propria salute. In linea di massima si può dire quindi che per scegliere al meglio le scarpe bisogna innanzi tutto comprendere il proprio stile di corsa, successivamente scegliere la scarpa che meglio ci si adatti, scegliere la misura giusta e provare la calzatura, in modo da poterne valutare l’effettiva comodità.

 

Scelta delle scarpe in base al proprio peso ed al tipo di appoggio del piede

Il formato delle scarpe deve essere variato anche in base al peso dell’atleta. In genere fino ai 65 kg di peso l’atleta può essere definito leggero, mentre fino ai 75 kg si può collocare in una fascia media, oltre questo peso l’atleta sarà definito pesante. Il peso risulta importante per scegliere il tipo di ammortizzamento necessario per la scarpa. Quanto più il peso sarà alto, tanto più morbido dovrà essere l’ammortizzamento per evitare impatti troppo bruschi che potrebbero incidere negativamente sulle articolazioni del ginocchio.

Per quanto riguarda invece l’appoggio del piede, questo è un parametro puramente soggettivo, in quanto si deve comprendere bene come si va ad appoggiare il piede durante la corsa. L’appoggio può essere in pronazione, inversione oppure neutro. Per comprendere il tipo di appoggio bisogna valutare dopo la fase di volo come si appoggi il piede in fase di spinta. A seconda di questo parametro si possono scegliere delle scarpe che siano in grado di correggere l’eventuale difetto di appoggio. Un ottimo modo per comprendere il tipo di passo utilizzato è prendere le vecchie scarpe che si utilizzavano per correre e vedere dove sono maggiormente consumate, così da comprendere al meglio il proprio stile di corsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>