Come affrontare la maratona

di Sara Mostaccio Commenta

L’estate pullula gare podistiche che possono mettere alla prova i progressi realizzati durante un anno di allenamento: scopriamo come affrontare la maratona preparandosi al meglio per scoprire che non è solo questione di allenamento.

Bisogna partire dal presupposto, infatti, che ogni gara si conclude con la testa e e il giusto atteggiamento mentale non meno che con il corpo debitamente allenato per affrontare la sfida fisica. Ecco su cosa puntare per prepararsi al meglio.

Tempo: 12 settimane minimo

Ogni persona è diversa e il piano di allenamento va calibrato sulla forma fisica personale ma l’allenamento specifico per una maratona deve prevedere non meno di 12 settimane. A seconda del proprio background sportivo, poi, si può dosare l’allenamento. Considerate 4-5 allenamenti a settimana combinando diversi tipi di allenamento.

Macinare chilometri, ma non solo

Per preparare il corpo ad affrontare i molti chilometri di una maratona è importante accumularne tanti sulle gambe, allenandosi con costanza. Ma non è detto che il maggior numero di chilometri corrisponda ad un allenamento migliore.

È importante invece puntare su allenamenti di qualità che a prescindere dalle distanze percorse siano eseguiti con consapevolezza e il ritmo adeguato. D’altro canto bisogna anche chiarirsi il proprio obiettivo: è chiudere la corsa a prescindere dai tempi oppure ottenere un buon piazzamento in classifica? Da ciò dipende anche il tipo di allenamento da eseguire in termini di chilometraggio settimanale.

Riposo: come e quando

Osservare fasi di riposo è essenziale per consentire ai muscoli il corretto recupero e rendere al meglio durante le sessioni seguenti. Il riposo è da considerarsi una fase di “allenamento invisibile” durante il quale i muscoli continuano ad adeguarsi al nuovo condizionamento fisico. Potete prevedere alcune fasi di riposo attivo, con sessioni molto blande da intervallare a sessioni più intense, e almeno un giorno di riposo passivo a settimana.

Allenamento incrociato

Prepararsi per la maratona non significa dedicarsi esclusivamente alla corsa. Possiamo trarre beneficio anche da un allenamento incrociato, aggiungendo qualche sessione di allenamento diverso, per esempio lavoro di forza in palestra che renda più resistenti le gambe.

Alimentazione

La dieta alimentare è essenziale per la performance sportiva, sin dall’allenamento. Alimentarsi correttamente determina la quantità di energia disponibile per il corpo durante la sessione sportiva. Di conseguenza la dieta è un aspetto essenziale dell’allenamento.

Motivazione

Come si accennava, la capacità di chiudere una gara impegnativa dipende anche dall’atteggiamento mentale e non solo dalla forma fisica. Trovare la giusta motivazione è essenziale per arrivare preparati anche mentalmente e psicologicamente.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>