Il cloro delle piscine rovina pelle e capelli, allarme dei dermatologi

di Silvana Commenta

Complice il diffondersi e il moltiplicarsi dell’offerta di attività fitness in acqua l’esposizione al cloro è aumentata vertiginosamente. Il cloro, infatti, è una sostanza chimica che viene aggiunta all’acqua di vasche e piscine per via del suo enorme potere sbiancante e disinfettante. Se da una lato, quindi, esso è amico della nostra salute, poichè rappresenta l’unico modo per evitare il proliferare di germi e batteri patogeni responsabili di micosi e altra malattie della pelle, dall’altro il contatto con acque che ne sono ricche richiede una certa prudenza.

A lanciare l’allarme sono i dermatologi della IHRF (International Hair Research Foundation), guidati dal dottor Fabio Rinaldi, presidente della Fondazione e docente della Sorbona, secondo i quali un’esposizione eccessiva e prolungata al cloro può danneggiare la salute di pelle e capelli. Il cloro, infatti, è estremamente irritatante e può causare danni soprattutto a coloro che hanno la pelle molto secca, sono affetti da dermatite atopica, comune nei bambini, o altri disturbi della pelle. D’altra parte, aggiungiamo noi, anche chi non ha particolari problemi nota come dopo ogni nuotata o allenamento in vasca la pelle abbia bisogno di una buona crema idratante.

Inoltre, sottolinea Rinaldi, e anche di questo è facile fare esperienza, il cloro macchia o sbianca la pelle e può causare antiestetiche variazioni nel colorito della cute. Pericolo in agguato anche per i capelli: il cloro li danneggia sin dal fusto, destruttrandoli e causandone la perdita di colore. Che fare allora per proteggere pelle e capelli senza rinunciare a una salutare nuotata o a una entusiasmante lezione di hydrobike (una mano santa contro la cellulite)?

Per cominciare è necessario sciaquarsi con acqua dolce subito dopo il bagno, quindi, a fine giornata applicare creme idratanti su tutto il corpo e balsami ad hoc per i capelli.

[Fonte]

Photo credit | Think Stock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>