L’attività aerobica per bruciare i grassi

di Paoletta 3

 L’attività aerobica (letteralmente “con ossigeno”) risulta decisamente utile per smaltire il grasso in eccesso perchè aiuta il cuore e tutti i muscoli del corpo a utilizzare l’ossigeno in modo più efficiente. Lo stesso esercizio aerobico consente inoltre di fornire gli enzimi che sono necessari per bruciare il grasso (con il doveroso chiarimento che bruciare grassi non significa, in maniera consequenziale,dimagrire).

Tra i benefici garantiti dall’esercizio aerobico, quelli di migliorare la salute e il funzionamento del cuore, dei polmoni e del sistema circolatorio. Nello specifico, per esercizio aerobico si intende quello effettuato a ritmo continuo, come avviene in occasione del camminare, fare jogging, andare in bicicletta, danzare, andare a canoa, fare lo sci di fondo, nuotare. Di contro, è anaerobica quell’attività che si confà di sforzi muscolari brevi e intensi nel corso dei quali non viene bruciato ossigeno.

E’ comunque importante allenarsi al ritmo giusto e la giustezza è quella soggettiva che differenzia capacità e possibilità di ciascuno. Inutile dire che non vi sono regole universali e valide a prescindere per chiunque: ciascun corpo evidenzia facoltà e limiti specifici. Volendo estrapolare dei principi generali, si può tuttavia sostenere che il ritmo di allenamento non deve essere nè troppo lento – perchè non efficace – nè troppo veloce – perchè potrebbe essere pericoloso per la salute del cuore. Sarebbe gran cosa imparare innanzitutto ad ascoltare il proprio corpo: siamo noi stessi i primi giudici di quel che sentenziano i muscoli.

Per i massimi benefici cardiovascolari e per smaltire i grassi in eccesso occorrerebbe tenere presente la regola seguente: occorre aumentare il ritmo fino a quando si è in grado di parlare mentre ci si esercita. Arrivati a quel punto, basterebbe mantenere il ritmo raggiunto per almeno venti, trenta minuti. Dopo ciò, è buona prassi quella di ridurlo gradualmente senza concludere in tronco ma arrivando alla fine dell’esercizio attraverso una fase calante e continuativa.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>