Yin yoga, come ti cambia la vita

di Sara Mostaccio Commenta

Tra le tante tecniche yoga esistenti e praticate in tutto il mondo, lo Yin Yoga è sicuramente quello più dolce e riflessivo. Si pratica con molta lentezza, le posizioni si mantengono per un periodo di tempo lungo e l’aspetto meditativo è potenziato e privilegiato.

In questo modo si può agire non solo a livello fisico profondo ma anche emotivo ed energetico. I benefici sono sia immediati che a lungo termine e dopo alcuni mesi ci si accorge che la Yin Yoga cambia la vita, il modo di relazionarsi con il mondo e di gestire le proprie emozioni.

Migliora la flessibilità

Con flessibilità si intende naturalmente quella fisica ma anche quella emotiva. I movimenti lentissimi e il mantenimento delle posizioni molto a lungo aiutano a lavorare con i muscoli profondi e ad allungarli, massaggiando anche gli organi interni e lavorando con le articolazioni. Nel frattempo si percepiscono sensazioni ed emozioni amplificate e ci si conosce un po’ di più.

Migliora la salute degli organi interni

La pratica dello Yin Yoga stimola il sistema nervoso parasimpatico che regola una serie di funzionalità cruciali del nostro corpo, dal sistema digestivo a quelli endocrino e linfatico. Il corpo raggiunge così uno stato di armonia con il perfetto funzionamento degli organi interni.

Allevia stress e tensioni

Durante lo Yin Yoga né muscoli né respiro sono forzati. La respirazione è naturale, profonda, lenta e lunga e i muscoli lavorano con ritmi estremamente calmi. Unendo questa calma fisica alla calma mentale che si raggiunge si alleviano stress e tensioni.

Sblocca il Qi

Il Qi è l’energia vitale fondamentale dell’intero universo che scorre anche in noi. Secondo la medicina tradizionale orientale il nostro corpo fisico ricorda traumi, perdite, dolori e blocca il fluire dell’energia che determina il benessere. Con la pratica dello Yin Yoga questi blocchi vengono rimossi e l’energia torna a fluire liberamente.

Energia positiva

Ancora secondo la medicina tradizionale orientale, ogni emozione negativa è associata ad un organo, per esempio la paura ai reni, lo stress al fegato. Le emozioni negative fanno male al nostro corpo e imparare a controllarle e gestirle ha benefici anche fisici e non solo spirituali.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>