Sport? A trenta anni serve ancora di più

di Francesca Spano Commenta

A trenta anni si è ancora giovanissimi ovviamente, ma è il momento giusto per iniziare senza eccessi a dedicarsi allo sport. Si comincia in questo periodo ad avere una piena maturazione psicofisica e questo significa anche che le funzioni fisiologiche cominciano progressivamente a ridursi.

Insomma per salvaguardare la propria salute nei decenni lo sport diventa fondamentale ancora di più nella terza decade, per combattere l’aggressività del tempo che passa, con tutti i problemi che porta. Una ricerca in merito, attualmente, è quella effettuata dai ricercatori della University of Queensland in Australia. I risultati non hanno lasciato spazio a dubbi: chi non si allena per nulla, rischia con misura maggiore patologie legate al cuore, man mano che l’età avanza.

Un problema ancora più serio, dunque, dell’eventuale obesità e persino del fumo. Se dunque è auspicabile allenarsi sin da piccoli, i trenta anni sarebbero il termine ultimo concesso all’inattività fisica. Fare sport diventa perciò fondamentale per attenuare l’abbassamento del metabolismo basale che garantisce un facile accumulo di grasso sottocutaneo. Lo stesso vale per il sovraccarico funzionale del cuore e rischio come l’indurimento delle arterie e perdita di elasticità muscolare. In definitiva, chi non resta a fare vita sedentaria dopo la terza decade di vita avrà i seguenti vantaggi:

L’apparato muscolare diventa più elastico e si potenziano pure i legamenti articolari. La postura diventa perfetta e si ritrova la salute, perché improvvisamente scompariranno i dolori. Si ritarda, inoltre, l’invecchiamento delle ossa. 

Per quanto riguarda, poi, il metabolismo, aumenta la massa magra e si riduce invece la grassa e l’appetito non è più incontrollato. Il miglioramento fisico, di sicuro, ha delle influenze migliori sul controllo emotivo e sull’aumento dell’autostima e questo è molto importante.

Per finire, grande importanza viene data a cuori e polmoni dallo sport perché i benefici sono innegabili. I vasi sanguigni acquistano nuova elasticità e il recupero dopo uno sforzo fisico è assolutamente rapido.

Photo Credit Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>