Sci estivo, l’alternativa agli sport da spiaggia

di Redazione Commenta

Chi l’ha detto che gli sport estivi devono essere solo quelli in spiaggia? Per tutti gli amanti della montagna e della neve c’è un’alternativa decisamente interessante: lo sci estivo. E non stiamo parlando dello sci d’acqua ma dello sci vero e proprio, quello che si pratica sulla neve. Certo, d’estate per trovare la neve bisogna salire almeno a 3000 metri, cioè dove si trovano i ghiacciai perenni, ma quella che può sembrare una stranezza si rivelerà un’esperienza unica.

In Italia, le altitudini dei ghiacciai perenni si trovano lungo tutto l’arco alpino e bastano due giorni di acclimatamento per abituarsi alle nuove altitudini e potrete vivere un’estate diversa.  Lo sci estivo non è diverso dallo sci invernale: la differenza sta soltanto nella stagione nella quale viene praticato, quindi valgono le regole di preparazione della settimana bianca.

Essendo lo sci uno sport molto tecnico e anaerobico, non è possibile scendere sulla neve senza una preparazione fisica adeguata. Se avete deciso di lanciarvi in questa nuova avventura, un po’ di giorni prima andate a correre o in bicicletta, in modo da preparare gli arti inferiori alle giornate sulle piste da sci.

Anche fare degli esercizi preparatori potrà rivelarsi utile, soprattutto per rendere più elastica la muscolatura delle gambe e del torace.

Esercizio 1

A gambe divaricate e lievemente piegate, ponete le mani sui fianchi e ruotate il busto a destra per poi tornare nella posizione di partenza e poi ripetete lo stesso movimento a sinistra. Eseguite venti volte per ciascun lato.

Esercizio 2

Mettetevi supini con le braccia aderenti al corpo con le gambe tese unite; sollevate lentamente in modo da formare un angolo acuto con il pavimento; rimanete in questa posizione fermi per alcuni secondi e poi abbassate le gambe fino ad arrivare a un’altezza di circa 10 o 15 centimetri. Eseguite cinque serie di sollevamenti.

Esercizio 3

Con le gambe semi piegate alzate avanzate con i piedi lievemente divaricati; eseguite venti passi in avanti ogni volta, per tre volte consecutive; mano a mano che si avvicina la partenza aumentate la serie di passi in avanti.

 

[Fonte]

 

Photo Credit | Think Stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>