Nuoto: quale stile scegliere

di Gioia Bò 2

Il nuoto è universalmente riconosciuto come lo sport in assoluto più completo e molte volte in queste pagine ci è capitato di sottolinearne l’importanza, sia del punto di vista dell’allenamento in sé sia come terapia riabilitativa per diversi infortuni.

Ma se è facile consigliare l’iscrizione ad una piscina a chi vuole tenersi in forma, non è altrettanto facile individuare lo stile di nuoto adatto alle caratteristiche e/o alle problematiche di ciascun atleta.

Di per sé il nuoto è la disciplina adatta per chi ha la necessità di tonificare tutti i muscoli del corpo, tenendo in allenamento anche cuore e polmoni e stimolando la circolazione. Ma possono esserci delle controindicazioni in questo o quell’altro stile, dovute a patologie specifiche o ad esigenze particolari del’individuo. E allora andiamo ad analizzare i vari stili di nuovo, ponendo l’accento sui benefici e sugli eventuali rischi che potrebbero comportare.

Lo stile libero è di gran lunga il più  praticato nelle piscine nostrane ed anche il primo che si insegna ai principianti. Tonifica braccia, gambe e dorso, “costringendo” anche il corpo a muoversi in maniera coordinata. Non presenta controindicazioni, sebbene alcuni atleti alle prime armi potrebbero avere problemi di respirazione dovuti alla mancanza di una tecnica specifica.

Lo stile dorso invece non presenta problemi di questo tipo, pur permettendo di tonificare braccia, gambe e spalle. L’unico problema potrebbe essere rappresentato dalla mancanza di orientamento in acqua, con conseguente salto di corsia. E’ particolarmente indicato per chi ha patologie che interessano le spalle e la colonna vertebrale.

Lo stile rana è forse il più facile da imparare e contribuisce a tenere in allenamento braccia, gambe e torace. E’ sconsigliato a chi soffre di lombalgia e lombosciatalgia ed a coloro che soffrono di problemi legati al collo.

Lo stile farfalla contribuisce a rinforzare le spalle ed il torace, pur essendo il maggiore responsabile di lesioni a livello muscolare, specie se praticato senza la giusta tecnica.

Prima dell’iscrizione ad una piscina, tenete conto di tutti fattori e poi scegliete lo stile che fa per voi.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>