L’esercizio fisico per le malattie psichiatriche. Le nuove indicazioni

di Daniele Pace Commenta

malattie psichiatricheSpesso, nel trattamento ospedaliero dei disturbi mentali e dell’umore come ansia, depressione, schizofrenia, e altri pericolosi disturbi, si tende a non considerare l’esercizio fisico come parte della cura. Ora, una nuova ricerca dell’Università del Vermont, pone l’accento su questo aspetto.

La nuova ricerca

A parlare dei nuovi trattamenti inclusivi dell’esercizio fisico, è il professor David Tomasi, psicoterapeuta di psichiatria ospedaliera dell’Università del Vermont Medical Center e capo-ricercatore. Per combattere le tendenze al suicidio ed episodi psicotici acuti, l’esercizio fisico può alleviare i sintomi.

“L’atteggiamento generale della medicina è che tu tratti prima il problema principale, e l’esercizio non è mai stato considerato un’opzione di trattamento per la vita o la morte. Ora che sappiamo che è così efficace, può diventare fondamentale quanto l’intervento farmacologico”, dice David Tomasi, che ha lavorato in collaborazione con Sheri Gates e Emily Reyns di UVMMC.

Insieme hanno messo in piedi una palestra per circa 100 pazienti nel dipartimento di psichiatria del centro medico, e poi stabilito un programma di allenamento e di educazione nutrizionale. I pazienti sono stati monitorati per controllare umore, autostima e immagine di sé. La ricerca ha concluso che i pazienti che fanno esercizio fisico abbassano i livelli di rabbia, ansia e depressione. Aumentano la loro autostima nel 95% dei casi, mentre il 63% si dice felice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>