Infortuni: usare il tempo per migliorarsi

di Lucia D'Antuono Commenta

 Gli infortuni sono spesso una iettatura, e seppur è sempre meglio sperare di non subirne, possono capitare a qualsiasi livello. Per questo è importante utilizzare il tempo di riposo forzato per migliorarsi e soprattutto superare la frustrazione stessa dell’infortunio. Soprattutto quando accade nel momento sbagliato, prima di una gara importante, quando si è professionisti, o quando magari si è lontani da impegni di lavoro, per gli amatori.

Superare la frustrazione

Certamente il riposo forzato dell’infortunio porta una certa frustrazione, più o meno grave a seconda del nostro “status” di sportivo. Ma è anche l’occasione per misurare il nostro carattere, la mentalità che abbiamo. Il modo di superare questo momento è non solo indicativo, ma fondamentale per misurarci con le avversità, in particolare se siamo sportivi professionisti.

Non a caso lo sport è uno dei punti cardine per allenare anche lo spirito.

Il primo passo è accettare l’infortunio e la propria vulnerabilità, iniziando un percorso mentale senza il quale è sempre difficile vincere qualsiasi battaglia. Inoltre bisogna riuscire a gestire lo stress che prima veniva eliminato dalla corsetta. Per questo è importante trovare un sostituto antistress alla solita corsa al parco o in pista. Concentrarsi sul fatto che il tempo può essere utilizzato anche per nuove scoperte, che possano arricchirci e portare positività.

Questo è fondamentale perché un buon stato di salute mentale, una certa serenità, aiuta il corpo a recuperare prima dagli infortuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>