Il fitness fa vivere più a lungo

di Francesca Spano Commenta

fitness

Un tempo l’essere umano si muoveva molto di più, era costretto ad andare a caccia e per vivere la fatica era enorme. Eppure a giudicare dal fatto che non si è mai estinto, riusciva a farcela e il movimento faceva tanto. Oggi, la vista sedentaria è una costante ma la conferma che il fitness allunga la vita non viene mai meno.

Lo stile di vita dei grandi atleti o di coloro che praticano costantemente sport è quello giusto ed è facile notare che si ammalano più difficilmente e più avanti nel tempo, se non ci sono patologie genetiche o pregresse. Coloro che sono attivi fisicamente, insomma, sono più o meno come i nostri progenitori e gli scienziati stessi dicono che l’attività fisica è ormai una delle più importanti sfide per la salute del terzo millennio.

Questo perché sarebbe un modo per aumentare le prospettive di vita. Un nuovissimo studio in materia sarebbe stato pubblicato su Hypertensione da un team della George Washington University. La sfida era quella di valutare l’associazione tra esercizio fisico e mortalità negli anziani unita con la pressione alta. I risultati, dopo vari test, non hanno lasciato spazi a dubbi. Bastava camminare in maniera veloce per trenta minuti al giorno, per ridurre sensibilmente il rischio di morte. Ragione per la quale soprattutto se si accusano delle patologie, bisognerebbe evitare del tutto la vita sedentaria. Del resto lo sappiamo tutti che dopo i 55 anni, il rischio che la pressione sanguigna non sia più stabile è pari al novanta per cento.Ci sono a tal proposito, 7,6 milioni di morti premature, ovvero il 13,5% della mortalità globale.

Altri studi hanno puntato sulla possibilità che vi sia pure una predisposizione genetica alla longevità, ma non sembra che vi sia un riscontro importante in questo senso. Quello che è sicuro è l’effetto positivo dell’attività fisica, soprattutto di quella aerobica. Questo perché aumenta la resistenza e praticando l’allenamento a un livello sempre superiore di intensità, ci si tiene piuttosto lontani dalle malattie.

Photo Credit: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>