Nathan, il ragazzo obeso diventato personale trainer

di Redazione Commenta

Un ragazzo come tanti, una storia come poche, ma che dimostra che i sogni spesso si possono realizzare. Il protagonista dell’incredibile vicenda è Nathan Hewitt, considerato fino a qualche tempo fa il ragazzo più grasso di tutta l’Inghilterra. Le cose poi sono cambiate. Dai suoi 146 chilogrammi ha deciso di impegnarsi, fino a raggiungere una linea abbastanza invidiabile ed essere diventato un personale trainer.

Il suo problema non era causato da disfunzioni fisiche, quanto dal cibo spazzatura che continuava ad ingerire. A 15 anni, la sua condizione era di obesità grave e, in più,  aggravata dalla mancanza di movimento, visto che restava per troppo tempo seduto davanti alla tv e ai videogiochi. Si è però reso conto in tempo che questo faceva fin troppo male alla sua salute.

Ecco perché Nathan ha trovato la forza e la determinazione di cambiare il suo stile di vita diventando praticamente un altro. In effetti, c’è stato qualcosa che gli ha fatto capire davvero che in questo modo si sarebbe fatto del male per tutta la vita, forse breve, che gli restava. Un giorno ha compreso che non sarebbe mai potuto salire sulle sue adorate montagne russe e ha trovato la cosa inaccettabile. Per la precisione ha provato a salire e lo hanno fatto scendere subito perché la barra di sicurezza non riusciva a chiudersi a causa della sua circonferenza. Si è giustamente sentito umiliato e ha iniziato a mettersi seriamente a dieta e poi a praticare tantissimo esercizio fisico. La forza di volontà ha fatto il resto.

Oggi è un insegnante di fitness, invidiato anche, con un grande seguito di pubblico. In molti si fidano di lui perché sanno che non è nato con un fisico da sballo, ma è riuscito a impegnarsi davvero fino ad ottenerlo. Sa quindi cosa vuol dire sacrificarsi in questo senso ed è davvero ammirevole. Ha perso più di 70 chili.

Photo Credit: da web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>