Lavori domestici e consumo di calorie

di Gioia Bò Commenta

Quello della casalinga è uno dei mestieri più faticosi ed impegnativi, sebbene a volte non venga neanche riconosciuto come lavoro. Possibile che ci si possa stancare cucinando, lavando i pavimenti e stirando? Ebbene sì, ci si stanca e si consuma un gran numero di calorie, pur non percorrendo chilometri e chilometri.

La donna di casa teoricamente non avrebbe neanche bisogno di frequentare una palestra per trovare la forma migliore, a patto che esegua per un certo numero di ore determinati lavori domestici che le facciano bruciare un tot di calorie. Quante? Per rispondere alla domanda ci rifacciamo ad uno studio pubblicato dall’Università Statale di Milano, che ha calcolato la media di calorie bruciate da una casalinga nel corso della propria giornata lavorativa.
Supponiamo che una casalinga si alzi al mattino e cominci a rifare i letti (quello matrimoniale e un paio di letti dei bambini). Ammesso che impieghi una trentina di minuti, consumerà la bellezza di 70 chilocalorie. Ci sono poi da lavare i pavimenti che corrisponde altre 133 kcal consumate, mentre per spolverare se ne bruciano 135. Lo avreste mai detto?

Ma non finisce qui, come non finiscono qui i lavori domestici che spettano ad una donna di casa. Un’ora passata in cucina tra i fornelli equivale ad un consumo di calorie che va dalle 140 alle 175, numeri che poi vanno raddoppiati se si considera sia il pranzo che la cena (sempre ammesso che mentre si cucina non ci si eserciti nell’arte dell’assaggio!).

Stirare per mezz’ora fa consumare 80 kcal, mentre apparecchiare la tavola equivale ad un consumo di “sole” 30 chilocalorie. E se la casalinga deve anche occuparsi del cane da portare a passeggio, consumerà altre 75 kcal per mezz’ora di camminata. Portare a casa la spesa (ammesso che il supermarket non sia troppo lontano) fa consumare 30 chilocalorie.

Insomma, alla fine della giornata la casalinga avrà bruciato un gran numero di calorie, dedicandosi solo ed esclusivamente alle faccende domestiche. Altro che palestra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>