Certificato medico attività in palestra o piscina: non serve

di Redazione Commenta

Certificato medico per attività in palestra o in piscina: non serve più. Il Decreto Fare del 2013 ha infatti cancellato l’obbligo per chi decide di fare attività ludico-motoria amatoriale (e quindi ad esempio nuoto o frequentare una palestra) di presentare il certificato medico ma nonostante questo sono ancora molte le palestre che invece lo richiedono probabilmente perchè non si sentono completamente tutelati nonostante ci siano stati dei chiarimenti da parte del Ministero.

Il risultato finale? Noi cittadini nel momento in cui decidiamo di iscriverci in piscina o palestra dobbiamo pagare dai 30 ai 50 euro (la cifra varia da città a città) per qualcosa che a quanto pare non è più necessario. Tuttavia per tutte quelle attività di tipo non agonistico (come quelle che vengono organizzate dalle scuole e quelle dei giochi studenteschi) il certificato è invece obbligatorio e ha validità annuale. L’elettrocardiogramma per questo tipo di attività deve essere fatto almeno una volta nella vita e a partire dai 60 anni, una volta l’anno.

Photo Credits| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>