Il Cardiofrequenzimetro: per tenere sotto controllo il cuore

di Federica Trovato 3

Per molte persone la corsa rappresenta un vero e proprio stile di vita. È un modo per combattere le malattie cardiovascolari, ridurre lo stress ma soprattutto perché fa bene al cuore.

Come tutti ben sapete il movimento aumenta la frequenza cardiaca ossia il numero delle contrazioni che il cuore effettua in un minuto. In un adulto le pulsazioni del cuore possono arrivare a oltre 200 durante un’intensa attività fisica.

Esiste peró un limite oltre al quale le pulsazioni del cuore non possono aumentare ulteriormente. Si parla in questo caso di frequenza cardiaca massima. È molto importante la frequenza cardiaca massima, soprattutto per un atleta in quanto può fornire indicazioni molto utili per l’allenamento. Si dice che i migliori alleati del cuore sono un paio di scarpe da jogging e un cardiofrequenzimetro.

Quest’ultimo è un apparecchio ormai molto diffuso per rilevare automaticamente il battito e monitorare la frequenza cardiaca. Esso è composto da una cintura da allacciare al torace (trasmettitore) e da un orologio computer (ricevitore), da portare la polso o da installare sul manubrio della bicicletta. Gli elettrodi incorporati nella cintura rilevano le pulsazioni cardiache e trasmettono il dato in telemetria (cioè via onde radio) all’orologio, sul cui display compaiono i valori numerici. Prima di utilizzare il cardiofrequenzimetro, è necessario inumidire con una soluzione salina o con la saliva gli elettrodi, in modo da favorire la trasmissione dell’impulso elettromagnetico.

Al termine dell’uso è opportuno asciugare gli elettrodi in modo da spegnere l’apparecchio. Grazie a questo strumento l’atleta può personalizzare il lavoro, valutare le proprie potenzialità, lo stato di forma e registrare i miglioramenti raggiunti, annullando allo stesso tempo gli inevitabili errori dovuti alla rilevazione manuale delle pulsazioni. Ma chi dovrebbe usare il cardiofrequenzimetro?

  • Chi deve rieducare l’organismo all’attività fisica
  • Chi vuole ottenere un dimagramento corporeo
  • Chi è già allenato e vuole mantenere e sviluppare l’allenamento
  • Chi intende raggiungere risultati a livello agonistico.

Quale sia il tipo di allenamento che sceglierete di adottare, il cardiofrequenzimetro si rivelerà un prezioso strumento che accorrerà in vostro aiuto.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>