Allenare i tendini, perché è importante

di Sara Mostaccio Commenta

Per costruire i muscoli sappiamo che dobbiamo lavorare intensamente, sollevare più pesi e mangiare più proteine ma quanto ai tendini, invece? Allenare i tendini è altrettanto importante per mantenerli in forma e ottenere dal proprio corpo performance migliori.

I tendini sono meno irrorati rispetto ai muscoli dunque traggono dalla circolazione una minore quantità di nutrienti che le cellule possono utilizzare per riparare i tessuti e costruirne di nuovi. Per rispondere alllo stimolo dell’allenamento inoltre richiedono più tempo e impegno rispetto ai muscoli.

Secondo uno studio servono circa 2 mesi di lavoro per intervenire sui tendini con un allenamento efficace. Altri studi hanno indicato la tempistica in settimane. È dunque particolarmente importante concentrarsi su questi elementi tanto cruciali del nostro corpo e non trascurarli.

Finché si è giovani, i tendini rispondono in maniera più rapida ed efficace ma con il cristallizzarsi di cattive abitudini e una vita sempre più sedentaria, i tessuti connettivi si deteriorano e i tendini diventano più rigidi e meno reattivi. Cosa fare?

Mantenersi attivi e non vivere una vita troppo sedentaria può bastare, non è necessario essere grandi campioni per tenere in buona forma i propri tendini. L’obiettivo è mantenerli elastici e reattivi in modo che i muscoli che essi legano alla struttura ossea possano lavorare con maggiore efficacia. Ma come ci riusciamo?

Gli esercizi pliometrici sono molto utili perché grazie al movimento esplosivo stimolano la risposta tedinea oltre a quella muscolare. Tutti gli esercizi che prevedono movimenti con salti, per esempio, si rivelano una buona scelta. È utile anche eseguire allenamenti ad alta intensità che costringono i tendini ad una risposta più efficace rispetto a quella richiesta dai movimenti giornalieri.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>