Woga, il nuovo yoga in acqua 

 

L’ultima frontiera dello yoga? Si chiama woga e nasce dalla fusione di yoga e water: in sostanza si tratta di uno yoga in acqua, nuovissima tendenza che arriva strettamente dall’America. 

yoga woga

Una nuova versione dello yoga per gli appassionati e per chi sia alla ricerca di un tipo di rilassamento in acqua: l’acquayoga coniuga tutti i benefici dello yoga a quelli dell’attività in acqua ed è una pratica relativamente nuova che arriva dalla California, circa dieci anni fa e che adesso comincia a diffondersi con una certa frequenza anche in Italia. 

Bere acqua prima di mangiare aiuta a perdere peso, un nuovo studio

È un consiglio sempre valido, bere acqua prima di mangiare aiuta a raggiungere prima il senso di sazietà. Oggi scopriamo che un nuovo studio dimostra che effettivamente l’abitudine di bere prima di mangiare aiuta anche a perdere peso.

bere acqua prima di mangiare

La nuova ricerca ha indagato le abitudini di 84 persone adulte con problemi di obesità alle quali è stato chiesto di verificare il proprio peso corporeo prima della suddivisione in 2 gruppi. Il primo gruppo ha bevuto 500 ml di acqua 30 minuti prima della collazione, del pranzo e della cena, il secondo gruppo invece doveva solo immaginare di avere lo stomaco pieno prima di cominciare a mangiare.

I risultati hanno dimostrato che dopo due settimane il gruppo a cui è stato richiesto di bere prima dei pasti aveva perso 1,3 chili in più rispetto al gruppo che si limitava ad immaginare il senso di pancia piena subito prima di mangiare.

Questa semplice dimostrazione scientifica non ha fatto che rafforzare la tesi già nota – ma finora supportata da un solo studio – secondo cui bere prima di mangiare è utile quando si segue una dieta o si osserva un regime alimentare controllato per perdere peso e mantenersi in forma. Il senso di sazietà che comporta uno stomaco pieno infatti aiuta a mangiare meno, raggiungendo prima la soddisfazione che di solito arriva al cervello solo dopo un certo periodo di tempo da quando cominciamo a mangiare (talvolta esagerando con le quantità di cibo).

Resta ancora da dimostrare se i risultati raggiunti nel corso dello studio si mantengono nel tempo e se influiscono, com’è probabile che sia, anche fattori come età e genere sessuale. Certo bere acqua prima dei pasti non servirà a farci dimagrire senza un’alimentazione sana e controllata e un po’ di attività fisica, ma aiuterà a moderarsi e nel frattempo garantirà anche l’ottima idratazione dell’organismo.

Photo | Thinkstock

Photonizer, il copribottiglia che migliora l’assorbimento dell’acqua

photonizer-4-14-calza-rompi-cluster

Il corpo è costituito per gran parte da acqua: questo elemento è infatti fondamentale per il corretto funzionamento dell’organismo, sia se si parla di organi interni che di muscoli ed articolazioni. L’acqua è un vero e proprio nutriente che aiuta l’assimilazione di sostanze essenziali favorendo anche i processi di depurazione. Photonizer è il copribottiglia che migliora l’armonia tra acqua ed organismo massimizzando l’idratazione.

Cosa bere quando si fa attività fisica?

L‘attività fisica comporta un’intensa sudorazione che, come si sa, favorisce la perdita dei liquidi poichè i muscoli, contraendosi, producono calore. Ecco perchè è importante mantenere il corretto livello di idratazione del corpo sopratutto in caso di sforzi intensi e prolungati o quando si è in presenza di temperature elevate, ad esempio d’estate. Quali sono le bevande consigliate da portare con sè quando ci si allena?

Levissima, l’acqua più buona e il sito più divertente e innovativo

 

Il caldo in questi giorni è veramente eccessivo: è il momento giusto per imparare ad idratare il proprio organismo, bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno. Se non vi accontentate di una bottiglia qualsiasi, ma sognate quella pura e d’alta quota, il nome è uno solo: Levissima. La bella notizia è che il brand oggi lancia anche un sito davvero molto speciale, per vivere una esperienza interessante tra video aggiornati, consigli e notizie legate alla natura. Questa pagina vi piacerà e in più potrete anche scaricare gli sfondi presenti grazie al il “The Wild Purity Button”. Si tratta di un widget attraverso il quale è possibile personalizzare le proprie pagine di riferimento e arricchirle con immagini di ghiacciai o di vegetazione incontaminata, sempre legate all’acqua Levissima. Del resto, conosciamo tutti da quale splendido luogo arriva: quante volte ci siamo fermati ad osservare incuriositi e un po’ invidiosi in tv, quegli abili scalatori pronti a scalare le vette, pur di imbottigliarla alla sorgente? Lontano dal caos e dallo smog cittadino, esiste un mondo meraviglioso e voi potrete studiarne gli scorci direttamente dalla pagina: www.levissima.it.

Esercizi per il nuoto

Il nuoto è uno sport completo, adatto a tutti, da praticare in inverno ed ovviamente in estate quando, alla piscina, si può preferire il mare. Molto spesso chi nuota a livello amatoriale è un’autodidatta, mentre sono molte le persone che hanno preso lezioni di nuoto per apprendere gli stili ed affinare la tecnica. Sia i principianti che gli esperti possono perfezionare la loro tecnica di nuoto e migliorare la propria perfomance eseguendo degli esercizi preparatori.

Acqua, l’oro trasparente di chi fa sport (e non). Gli spot? A volte ingannevoli

Non si vive senza acqua

Tutti i giorni il nostro corpo deve rimpiazzare mediamente 2,5  litri di acqua.

Una parte si assume tramite il cibo, ma almeno il 50% va introdotto come liquido. Naturalmente, ideale è assumere circa 1,5 litri di acqua, ad intervalli regolari durante tutta la giornata. Questa è da preferire a qualsiasi altra bibita, in quanto è la bevanda più dissetante, con il maggior potere idratante e non apporta calorie.

Acqua e attività sportiva: bere è fondamentale

Durante la pratica sportiva, al contrario di quanto recitavano antiche credenze, è necessario bere. Anzi è indispensabile reidratare l’organismo, in virtù del dispendio di liquidi, che può essere anche molto consistente in caso di attività prolungate, o ad elevato impegno agonistico, o in situazioni climatiche calde. Non bere può rivelarsi, oltre che controproducente, anche molto rischioso per l’organismo, che può andare incontro a danni molto seri.

L’importanza dell’acqua della dieta

L’acqua è un elemento di fondamentale importanza nella vita di un uomo ed il suo consumo è consigliato da qualunque nutrizionista che si rispetti. Sia che abbiate un fisico assolutamente “normale”, sia che siate afflitti da un eccesso di peso, il consumo dell’acqua è assolutamente indispensabile.

In particolare nella dieta l’acqua assume una maggiore importanza, poiché a riempire dei “buchi” senza per questo far ingrassare il soggetto. Ma quanta acqua bere nel corso della giornata? E – soprattutto – quando bere? Eh sì, perché forse non tutti sanno che ci sono dei momenti più indicati di altri per consumare acqua. Volete saperne di più?

L’importanza dell’acqua nello sport

Più volte abbiamo sottolineato l’importanza dell’assunzione di liquidi durante e dopo l’allenamento fisico, quando l’organismo ha bisogno di ritrovare il giusto equilibrio idrico per evitare spiacevoli conseguenze (crampi, disidratazione, calpi di calore).

Di qui l’idea di dedicare un intero articolo all’argomento con qualche consiglio utile sulle modalità di assunzione dei liquidi e sulle bevande da preferire, a seconda dell’esercizio praticato e dello sforzo profuso durante l’allenamento.

In linea di massima si può affermare che la giusta assunzione di liquidi è di fondamentale importanza nella vita di tutti, anche di coloro che solitamente non praticano attività sportiva (i medici consigliano di bere almeno due litri di acqua al giorno). Per lo sportivo, poi, l’acqua (ed il reintegro dei liquidi in generale) diventa davvero vitale.

Camminare in acqua per combattere la cellulite

Chi ha detto che le vacanze estive servono solo per riposarsi e divertirsi? E’ chiaro che le ferie devono essere impiegate per ricaricare le pile in vista del ritorno alla vita di tutti i giorni, ma anche durante le vacanze è importante cercare di mantenere la forma fisica migliore, pur senza sottoporsi a delle estenuanti sedute in palestra.

Se la meta della vostra vacanza è il mare, ad esempio, potete approfittare dell’acqua per mantenervi attivi, dedicandovi a delle lunghe e rilassanti passeggiate a riva. Pensate che siano inutili o poco efficaci?

E invece camminare in acqua è quanto di più efficace ci possa essere sia per il benessere fisico che per quello psicologico. Quali sono i benefici di questo tipo di allenamento?

Disidratazione, sintomi e rischi

Chi pratica regolarmente attività fisica sa quanto sia importante fornire al corpo la giusta dose di liquidi, onde evitare il fenomeno della disidratazione, spesso causa di problemi anche piuttosto gravi per l’organismo.

Ma che cos’è la disidratazione e come può influire in maniera negativa sul nostro corpo? Si tratta di una patologia causata da uno sbilanciamento idrico all’interno dell’organismo, quando cioè l’acqua persa è in quantità superiore all’acqua assunta.

Ciò avviene quando il corpo viene sottoposto ad eccessiva sudarazione senza un corretto reintegro idrico o anche in concomitanza con altre patologie, quali la gastroenterite o la diarrea, ad esempio. Quindi non è detto che solo gli sportivi siano a rischio disidratazione, sebbene rappresentino proprio la “categoria” in assoluto più colpita.