Gli sport per prevenire la ritenzione idrica

di Francesca Spano Commenta

Ritenzione idrica, un problema che prima o poi interessa tutti, in particolare le donne. Non basta, a volte, bere tantissimo ma con una serie di accorgimenti, dalla sana alimentazione all’allenamento, si può sicuramente migliorare moltissimo.

Che cos’è la ritenzione idrica? E’ la capacità del corpo di trattenere più acqua rispetto a quella che è capace di eliminare. I gonfiori tendono a diventare cronici e così pure gli inestetismi. Si calcola che almeno il trenta per cento del panorama femminile abbia tale disturbo e diverse sono le cause che possono accelerare questo processo. Di sicuro si può provare con lo sport con discipline come la lo spinning e il sollevamento pesi. Da evitare, al contrario, sono pallavolo, tennis, jogging, corsa.

C’è da dire, poi, che non di rado può essere causata pure da problemi alimentari ed intolleranze. Primo su tutti proprio quella al lattosio. Gli alimenti ricchi di sale, ovviamente, non sono mai consigliabili. Ancora, c’è la ritenzione idrica circolatoria, dovuta al cattivo funzionamento del sistema venoso e linfatico. Per quanto riguarda la ritenzione idrica secondaria, è invece legata a patologie gravi, dall’insufficienza renale e cardiaca alle patologie alla vescica e al fegato. C’è l’ipertensione arteriosa che ha il suo notevole peso. Per curare la ritenzione idrica, dunque, è facile comprendere che bisogna correggere quelle cause che hanno creato eventi a catena e scatenato il disturbo.

Un primo passo può essere fatto eliminando fumo e alcol e adesso che ci sono delle belle giornate in arrivo, è consigliabile prendere l’abitudine di fare un giro in bicicletta. Per chi, poi, ne ha voglia e la possibilità il bagno turco o la sauna, per quanto possano farci sentire molto caldo, possono di certa aiutarci ad eliminare le tossine e stare meglio, un beneficio che si nota subito già dal nostro aspetto. 

Photo Credit: Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>