Sensoria, calze smart per il running

di Sara Mostaccio Commenta

Dopo il casco intelligente pensato per i ciclisti scopriamo un altro accessorio sportivo che sposa la tecnologia: le calze smart per il running. I device hi-tech che ci accompagnano nella nostra pratica sportiva sono sempre più all’avanguardia ma in genere si tratta di orologi, cardiofrequenzimetri, app specializzate e accessori simili, non avremmo pensato che potessero diventare iper tecnologiche anche delle semplici calze per la corsa.

Semplici solo in apparenza, s’intende, perché celano una tecnologia sorprendente. Si chiamano Sensoria e non certo per caso dal momento che sulla parte inferiore hanno dei sensori ideati per registrare, ad ogni tocco del piede sul terreno, cadenza, velocità, tipologia di appoggio, temperatura e altri dati utili per monitorare l’allenamento.

Sono ideali compagni di sport di tutti i corridori abituali che vogliono saperne di più sulla propria pratica sportiva per migliorare l’allenamento, pianificarlo e correggere eventuali errori, particolarmente nella tecnica di corsa e nell’appoggio del piede.

I sensori sono integrati nella calza stessa e si indossano direttamente sul corpo anziché come un accessorio esterno da aggiungere all’abbigliamento. È questa la direzione che la tecnologia sta intraprendendo ultimamente in modo da rendere l’apparato hi-tech sempre più completo, miniaturizzato e semplice da portare con sé.

Con queste speciali calze per runners tutta l’attività si potrà rilevare direttamente dai propri piedi, che sono lo strumento primario della corsa stessa. I dati si interfacciano con il cellulare attraverso la tecnologia bluetooth e offrono un feedback immediato dell’attività sportiva. Si possono poi riepilogare e rivedere in video per analizzarli e comprendere quali errori correggere e quali tecniche migliorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>