Casco Livall, il casco smart per i ciclisti

di Sara Mostaccio Commenta

Il casco Livall è il nuovo casco smart ideato per i ciclisti che troveranno non solo la sicurezza di una protezione efficace ma anche una serie di funzionalità tecnologiche avanzate. Il casco infatti ha la capacità di monitorare l’attività sportiva fornendo dati utili per pianificare e migliorare l’allenamento e il rendimento. Ma non solo.

Il progetto è stato finanziato su Indiegogo attraverso la tecnica del crowdfunding che consente di trovare fondi dal basso per iniziative disparate. Qualcuna è più interessante di altre ed è questo il caso: un casco che contiene già i sensori di misurazione dell’attività, luci per segnalare la propria presenza in strada, connettività con gli altri device hi-tech e un sistema di allarme che lancia un avviso quando succede un incidente.

Tutte queste caratteristiche ne fanno un gadget tecnologico che aggiunge funzioni extra ad un accessorio assolutamente indispensabile per la propria sicurezza. Non solo infatti progette il capo in caso di cadute o incidenti, ma invia un allarme in modo che possano arrivare rapidamente i soccorsi quando necessario.

Nel contempo monitora i dati dell’allenamento registrando velocità, pendenze, cadenza e tutti i valori che troviamo utili analizzare dopo la sessione sportiva. Tutto in un unico oggetto che comprende anche microfono e auricolare per collegare il telefono cellulare e la funzione walkie-talkie, nel caso si voglia comunicare con altri compagni di avventura durante la pedalata.

Il casco prevede anche un accessorio da attaccare al manubrio della bicicletta che consente di accedere a funzioni come il bluetooth, la riproduzione della musica, il collegamento con il cellulare e così via, senza dover togliere il casco o allontanare le mani dalla guida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>