Al Sei Nazioni il rugby si nutre di frutta e verdura

di Paoletta Commenta

 Quanto siano indispensabili la frutta e la verdura per il benessere psico fisico e quanto risultino fondamentali nella dieta quotidiana, va da sè: semmai ce ne fosse bisogno, tuttavia, i campioni del rugby della nazionale italiana, impegnati sabato 11 febbraio al debutto casalingo contro l’Inghilterra – la gara si gioca allo stadio Flaminio di Roma con fischio di inizio alle ore 17 – prestano il fianco a un duplice messaggio.

Da un lato, viene ribadito quali finalità educative e quali attenzione al benessere vi sia dietro una delle discipline sportive più affascinanti (e faticose), dall’altro si va a rimarcare quanta importanza abbia l’alimentazione non solo nell’esercizio di una disciplina fisica ma anche nello svolgimento della vita di tutti i giorni.

In particolare, nel corso del pre partita della gara, si cercherà di sensibilizzare l’opinione pubblica in generale e gli amanti dell’attività fisica più in dettaglio verso la buona regola della sana alimentazione che non può prescindere da un consumo abbondante (si tratta delle poche eccezioni in cui abbondare non fa male, tutt’altro) di frutta e verdura.

Sia l’una che l’altra, infatti, rivestono un ruolo fondamentale nello sport e in tal senso va intesa la campagna di informazione che ha per titolo “Nutritevi dei colori della vita“, promossa da Unaproa (Unione produttori ortofrutticoli) e finanziata con il contributo attivo dell’Unione europea e dello Stato Italiano.

Nelle ore prossime al match è possibile (suggeriscono i referenti: obbligatorio!) fermarsi in prossimità dello stand ubicato all’interno del Villaggio che è stato per l’occasione allestito appena fuori dal Flaminio. Attivo dalla mattina di sabato, lo spazio vuole farsi riferimento degli appassionati di rugby attraverso la divulgazione di informazioni relative all’importanza del consumo di frutta e verdura e con la consegna gratuita di svariati tipi di alimenti inclusi nelle due categorie.

Non solo: all’interno dello stadio, attraverso i maxischermi, verrà poi trasmesso uno spot educativo che mira a spiegare l’importanza del consumo quotidiano di almeno cinque porzioni di frutta e verdura che abbiano colori differenti di colori differenti. La campagna divulgativa verràò poi ripetuta anche il 17 febbraio in occasione della sfida tra Italia-Scozia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>