Fatica cronica, come continuare ad allenarsi

di Sara Mostaccio Commenta

Quando esageriamo con l’allenamento, in intenstà o in numero di sessioni, rischiamo di incorrere nel rischio di fatica cronica, un problema che può diventare molto serio e richiede riposo per recuperare completamente. Ma se si vuole conservare la forma fisica senza arrendersi al riposo passivo?

Ecco come continuare ad allenarsi in maniera blanda ma efficace se si soffre di fatica cronica e si deve osservare un periodo di recupero rinunciando agli allenamenti quotidiani e alla consueta intensità di lavoro.

Chiedete sempre consiglio al medico se il vostro stato vi consente di continuare a lavorare e se non avete una preparazione fisica di base fatevi aiutare da un personal trainer per mettere a punto un programma giusto per voi, nel caso siate in grado di sopportarlo. In alternativa, limitatevi ai semplici movimenti che seguono.

Riposo sì, ma non necessariamente inattivo. Potete seguire tutti questi esercizi restando a letto. Siate però pazienti e attenti, eseguite i movimenti sempre molto lentamente, senza ripetizioni, come blande esecuzioni degli esercizi più classici a cui si ispirano. Manterrete così i muscoli attivi e al tempo stesso li stirerete dolcemente.

Leg curls

Distesi sull’addome, cominciate con un leg curl piegando le ginocchia e portando i talloni verso i glutei. Mantenete la posizione per 15-30 secondi e rilasciate.

Leg presses

Sdraiatevi sulla schiena, sollevate le gambe in modo che siano perpendicolari al corpo e piegatele verso il petto. Mantenete per 15-30 secondi e rilasciate.

Calf raises

Distesi sulla schiena, portate le gambe perpendicolari al corpo e mantenetele diritte. Muovete le dita dei piedi come se voleste sollevarvi sulle punte. Ripetete per alcune volte.

Estensioni della gamba

Dalla stessa posizione distesa, sollevate una gamba verso l’alto mantenendo l’altra appoggiata al letto. Tiratela delicatamente verso di voi per stirarla. Mantenete la posizione per 15-30 secondi e cambiate gamba.

Cobra

Posizionatevi sull’addome e sollevate lentamente il tronco verso l’alto aiutandovi con le braccia. Mantenete per 30-60 secondi.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>