La dieta base

di Gioia Bò Commenta

L’estate vi ha colto di sorpresa, trovandovi con qualche chilo di troppo? Niente paura, perché con la dieta base potete perdere almeno un paio di chili in una settimana e ritrovare in fretta la forma perduta. La dieta base è un regime alimentare che non vieta l’assunzione di determinati cibi e che vi permette di mangiare anche la pasta ed il pane, purché non esageriate con le porzioni.

Di seguito trovate un esempio di dieta base, utile per chi ha l’esigenza di perdere qualche chilo in tutta fretta. Come sempre, però, vogliamo mettervi in guardia dalle diete fai da te, invitandovi a consultare un nutrizionista nel caso in cui abbiate dei grossi problemi con il peso o con il cibo in generale. Un’altra raccomandazione riguarda la durata della dieta base: non esagerate con i tempi e seguitela per un paio di settimane al massimo, per non correre il rischio che diventi controproducente.

Per colazione potete assumere una spremuta di arancia e una fetta di pane tostato. In alternativa potete puntare su una tazza di latte scremato con caffè ed una mela. Per lo spuntino di metà mattina potete assumere una tazza di the e tre carote oppure una tazza di the ed un cetriolo. A pranzo puntate sul consumo di bresaola, insalata mista e pane oppure filetto alla griglia, insalata mista e patate lesse. Per la merenda potete scegliere tra un sorbetto alla frutta, una spremuta di arancia ed una tazza di macedonia. A cena coccolatevi con pasta alla carbonara e gelato alla frutta o con pasta e pomodorini freschi ed un frutto di stagione.

Questi sono solo alcuni degli innumerevoli esempi di dieta base. basterà seguirla per un paio di settimane, senza esagerare con le porzioni (ed usando come condimento solo olio extravergine di oliva, sale e spezie), per togliere qualche chilo di troppo in vista della prova costume.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>