Alimenti per combattere l’ansia

di Redazione 1

L’ansia è un senso di apprensione e d’inquietudine, che diventa una vera e propria malattia quando l’effetto emotivo è sproporzionato, eccessivo rispetto alla causa che lo determina, oppure si protrae per molto tempo; in ogni caso, l’ansia è sempre espressione di una sofferenza profonda.

Numerosi studi hanno evidenziato che l’ansia è spesso correlata a carenze nutrizionali.

Un ridotto apporto alimentare di magnesio, di vitamina C e di vitamine del gruppo B, in particolare di vitamina B6 , possono ridurre l’efficienza del sistema immunitario e delle normali reazioni organiche, rendendo più vulnerabili alle malattie cardiovascolari e tumorali, ma anche influenzando l’umore e le sensazioni.

Gli alimenti che possono essere di particolare aiuto sono:

  1. banane, ananas, prugne, arance, perchè oltre ad apportare zuccheri semplici sono molto ricchi di magnesio e di serotonina, un modulatore dell’attività nervosa con un effetto calmante che favorisce il sonno;
  2. mele, pere, fragole e ciliege per l’apporto di potassio e fosforo, essenziali per il buon funzionamento del sistema nervoso;
  3. frutta secca e semi oleosi, che contengono buone quantità di triptofano, che stimola la produzione di serotonina;
  4. legumi, tuorlo d’uovo, latte e derivati, pesce, carne di manzo e di pollo, lievito di birra e miele, che oltre al triptofano contengono anche magnesio e vitamine del gruppo B;
  5. avena, che, come gli altri cereali, è ricca di zuccheri complessi, che danno tono ed energia e favoriscono l’equilibrio del sistema nervoso;
  6. rape, carote e radici, in grado di migliorare la funzionalità nervosa;
  7. sedano, asparagi e lattuga, che contengono sostanze ad azione calmante
  8. pomodori maturi, che sono ricchi di serotonina.

Gli alimenti da evitare, invece, sono:

  1. le bevande nervine, come tè, caffè, cola, cioccolato, che contengono metilxantine, cioè sostanze che, in quantità moderata hanno effetto stimolante, ma consumate in abbondanza possono accentuare lo stato ansioso;
  2. le bevande alcoliche, che apparentemente sembrano migliorare il tono dell’umore, ma in realtà causano squilibri delle funzionalità nervose.

Naturalmente, non bisogna per ultimo ricordare che svolgere una regolare attività fisica contribuisce in modo molto efficiente ad eliminare il senso di pesantezza che lo stato d’ansia crea, in quanto stimola la produzione di ormoni in grado di provocare benessere all’organismo.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>