Addominali: la differenza tra crunch e sit-up

di Sara Mostaccio Commenta

Per lavorare con la zona addominale abbiamo a disposizione molti esercizi ma a volte si tende a fare confusione tra movimenti simili ma con efficacia diversa: qual è la differenza tra crunch e sit-up, per esempio? Scopriamolo.

Si tratta di due esercizi molto utilizzati per allenare gli addominali. Si eseguono a partire da una posizione simile, un po’ raccolta, con il viso rivolto verso l’alto. Le ginocchia sono flesse, i piedi appoggiano a terra come le spalle mentre le braccia si possono tenere diritte davanti a sé, incrociate al petto o piegate dietro la testa.

Le similitudini finiscono qui perché il movimento è molto diverso così come il risultato dell’esercizio. Durante l’esecuzione del crunch si sollevano solo la testa e le scapole fino a sentire la contrazione addominale, dunque si torna alla posizione di partenza. Nel caso del sit-up invece le spalle devono sollevarsi interamente dal suolo, contraendo non solo l’addome ma anche altre zone del corpo fino a portarci in una posizione quasi seduta, con il tronco obliquo rispetto al pavimento.

Il retto addominale lavora in entrambi i casi molto intensamente ma il sit-up richiede uno sforzo maggiore perché coinvolge anche altre fasce muscolari come i flessori dell’anca, l’ileo-psoas, i tensori della fascia lata. L’anca infatti deve flettersi di più per avvicinare le ginocchia al torso nel tentativo di portarsi verso una posizione seduta.

Al tempo stesso i sit-up sono esercizi più impegnativi che possono sovraccaricare le zone interessate dal movimento ed è necessario affrontarli con una struttura fisica già allenata per evitare tensioni alle spalle, alla zona lombare e al collo.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>