Lo Yoga aiuta a sconfiggere la dipendenza da zuccheri

di Francesca Spano Commenta

Mangiare di meno e bene, fare sport e vincere le tentazioni. La dieta, per essere efficace, deve comprendere un mix di elementi, quasi fosse una ricetta. Per chi cerca disperatamente di perdere peso e combattere la dipendenza da zuccheri, una buona soluzione può essere quella di dedicarsi allo yoga. Gli esercizi da provare sono tanti.

Cominciate prendendo il tappetino e dalla classica posizione del Cane. Ci si mette a testa in giù e ci si rilassa trovando nuova concentrazione e, di conseguenza diminuendo il desiderio di avvicinarsi al dolce. Questa, ad esempio, pur essendo molto semplice, è una di quelle pratiche che aiuta a rafforzare la disciplina. Nello stesso tempo, poi, è in grado di aumentare la concentrazione. Non dimentichiamo, del resto, tutti i classici benefici dello yoga, in grado di regalare benessere e relax anche ai tipi più stressati e ansiosi.

L’allenamento, insomma, è perfetto per lo scopo e in poco tempo i benefici non tarderanno a farsi notare. La posizione del Cane che è quella base, in particolare, si pratica con i piedi in appoggio sul pavimento. Nel frattempo, allontanate l’osso sacro dai talloni e portate i glutei all’indietro. Sollevate e distendete le ginocchia e allungate le braccia. Fate in modo che la spina dorsale sia rilassata e inspirando portate le braccia stese verso l’alto, spingendo con i palmi verso il pavimento. I glutei devono essere orientati verso il soffitto e  spingete con le gambe fino a formare praticamente un V rovesciata. Attenzione alla spina dorsale che deve essere dritta. Avvicinate le scapole e mantenete la posizione. Buona norma è quella di mantenere i piedi alla larghezza dei fianchi e la braccia alla larghezza delle spalle. E’ provato che lo yoga non riguarda solo esercizi fisici, ma ha il potere di alleggerire la mente e quindi regalare benessere e allontanare le voglie.

Photo Credit: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>