Oro per gli azzurri: Ruggero Tita e Caterina Banti primi nella vela

di Lucia D'Antuono Commenta

Trionfo azzurro per la vela: Tita e Banti campioni

Ruggiero Tita e Caterina Banti, vincono l’oro nella classe Nacra 17, la categoria più importante di questo sport. Questo oro, fa tornare l’Italia sul podio dopo 13 anni, nella vela. Nessuna disattesa, i due campioni entrati nella regata finale che assegna il doppio dei punti, hanno dimostrato la loro perfetta coordinazione, battendo anche gli inglesi che cercavano di tener loro testa. La regata dei due italiani, è stata perfetta: nessun errore, nessuna difficoltà; una gara gestita con estrema fluidità, -lo affermano gli stessi Tita e Banti- che dopo la regata, hanno dichiarato di non aver avuto difficoltà alcuna.

 

La strategia tattica, è stata quella di imitare gli avversari: gli inglesi viravano e lo stesso facevano gli azzurri, cosi come la marcatura. Una gara che è stata un crescendo, un misto di tecnica e tattica, che ha favorito la vittoria azzurra. Una gara che è stata gestita con intelligenza, rispetto a diverse altre che sono sfumate a causa di errori tattici appunto. Tita ha affermato che quella finale è stata la regata più facile della settimana. Una partita giocata di intelligenza e allo stesso tempo meritata per la capacità tecnica e per la bravura.

 

Tita e Banti, vincono la medaglia d’oro, inorgogliendo l’Italia che da anni in questo sport non riusciva a qualificarsi. E’ una soddisfazione enorme, per gli azzurri e per la categoria in particolare: cosi, il triestino e la romana, ora campioni olimpici, sono entrati nella rosa di coloro che resteranno nella storia, dopo aver conseguito altri titoli, tra cui, tre medaglie europee, e un mondiale.

 

Gli azzurri si stravincono alla grande, e puntano in alto rispetto al futuro: pensano al mondiale, pensano di riuscire ad uscire vittoriosi anche dalle prossime gare che affronteranno. Questa vittoria, ha costituito uno slancio per i due campioni, e già si pensa, che si potrebbe compiere un altro salto ai prossimi mondiali. Ancora una volta, potremo vedere gli azzurri, con i loro catamarani che velocissimi solcano l’acqua, quasi a tagliarla, a farla a pezzi, con una leggerezza senza pari. Un oro misto, -per la squadra formata da un uomo e una donna-il primo, per l’Italia in questa categoria: ci si augura che potrà essere di buon auspicio per le prossime gare, e che dal Giappone, si possa volare sempre più in alto, solcando l’acqua, con la vela, come se si solcasse il cielo. Il peso di questa medaglia, è pari a tutto l’impegno profuso nel vincerla, lo stesso, che potrà portare a nuove vittorie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>