Allenarsi in 15 minuti, ora si può con la pedana vibrante

di Piera Commenta

Uno dei motivi più diffusi per cui molte persone rinunciano a praticare attività fisica è la mancanza di tempo: tra un impegno e l’altro, infatti, urgenze di lavoro ed attività domestiche da sbrigare, è davvero difficile trovare lo spazio, e la voglia, di indossare la tuta ed andare a sudare in palestra. Oggi, però, complice le innovazioni tecnologiche e le ultime scoperte nel settore del fitness anche chi ha i minuti contati può prendere parte a brevi ed intense sessioni di allenamento che, in soli 15 minuti, permettono di mantenersi in linea ed avere un corpo snello, tonico e performante.

Questo nuovo approccio al fitness, giunto da poco anche in Italia, prevede workout brevi ed intensi, svolti sotto la presenza e la direzione di un istruttore specializzato che proporrà una serie di esercizi adatti alle proprie esigenze, utili quindi per ridurre il grasso corporeo, snellire la figura, ma anche per acquistare massa muscolare e migliorare la forza e prevede principalmente l’utilizzo di un attrezzo che ultimamente ha acquisito sempre più notorietà, la pedana vibrante . Con questo metodo innovativo e rivoluzionario, chi desidera davvero allenare il proprio fisico, insomma, non avrà più scuse.

A garantire l’efficacia dell’ allenamento, seppur davvero breve, vi è l’utilizzo delle pedane vibranti che, con le loro continue  vibrazioni, al contrario delle forme più tradizionali che sfruttano la forza di gravità, come il bodybuilding e la corsa, permetteno di stimolare le fibre muscolari in modo diverso, intensificando così gli esercizi ed il carico di lavoro, accorciando i tempi per il raggiungimento dei risultati, ma nello stesso tempo evitando stress sulle articolazioni e facendo percepire meno la fatica.

Sulla pedana vibrante vengono svolti numerosi esercizi di diverso tipo, anche con l’ausilio di piccoli attrezzi come pesi, resistenze e gym-ball, mirati a far lavorare le diverse parti del corpo e, per rendere l’allenamento più coinvolgente, durante i 15 minuti di attività, che prevedono 3 mini-sessioni, si è accompagnati da un piacevole sottofondo musicale che, insieme alle luci soffuse ed ai ritmi più lenti, costituisce un’ottima occasione per rilassarsi alla fine del workout.

Insomma, con questo nuovo metodo nessuno potrà più trovare scuse anche perchè per allenarsi non c’è bisogno di indossare tute ed abbigliamento specifico, ma basta anche una maglietta un pò più comoda per salire direttamente a bordo della pedana vibrante, uno strumento di ultima generazione, utilizzato nellle palestre, ma anche per la riabilitazione, la preparazione atletica e nel campo dell’estetica per la riduzione degli inestetismi come la cellulite.

La semplicità del metodo di allenamento farebbe pensare all’assenza di controindicazioni, ma bisogna tener presente che l’impiego delle vibrazioni, anche se modulabili in base alle diverse esigenze, può essere sconsigliato in presenza di alcune problematiche all’apparato scheletrico e locomotore, come protusioni ed ernie, ma anche nei disturbi metabolici, in gravidanza ed in presenza di alcune patologie.

Per provare una sessione di allenamento da 15 minuti sulla pedana vibrante ci si può rivolgere al centro PITSTOP Fitness, il primo nel suo genere, aperto da poco a Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>