Cinque esercizi per l’allenamento dei tricipiti

di Gioia Bò Commenta

Ilfitness torna nuovamente ad occuparsi dell’allenamento dei tricipiti e vi presenta una serie di esercizi da svolgere sia in casa che tra le pareti domestiche, nella speranza che possiate trovare le giuste indicazioni per tenere in forma questi importantissimi muscoli.

Primo esercizio: in piedi, con le gambe leggermente piegate ed il busto curvato in avanti. Prendete due manubri e teneteli all’altezza delle cosce, tenendo le braccia leggermente piegate. Ora portate le braccia all’indietro, fino a raggiungere la massima estensione, quindi tornate nella posizione di partenza, ripetendo l’esercizio per almeno 20 volte.

Secondo esercizio: posizione prona, mani a terra e gambe allungate all’indietro con le punte che toccano il pavimento. Facendo forza sulle braccia e sulle gambe, sollevate il bacino verso l’alto, fino a quando non sentirete tirare i muscoli delle braccia e delle gambe. Tornate nella posizione di partenza e ripetete l’esercizio senza soste per almeno una decina di volte.

Terzo esercizio: sistemate due panche ad una distanza di 80-90 centimetri l0una dall’altra (la distanza dipende dalla lunghezza delle vostre gambe). Appoggiate i talloni su una panca e le mani sull’altra, in modo che durante l’esercizio queste ultime siano posizionate dietro il sedere. Ora scendete con il sedere, facendo forza sulle braccia, quindo risalite senza interrompere l’esercizio. Ripetete in serie da dieci.

Quarto esercizio: posizione seduta, gambe piegate e leggermente divaricate. Con una mano tenete un manubrio, mentre l’altra resta sulle appoggiata ginocchia. Sollevate il braccio con il manubrio fino a portarlo all’altezza della spalla. Ora spingete il manubrio fin dietro la testa, eseguendo una serie di piegamenti dell’avambraccio. Dopo una serie da dieci, cambiate mano e ripetete l’esercizio.

Quinto esercizio: posizione eretta, gambe leggermente divaricate e braccia allungate sui fianchi. Con un salto portate le mani a terra e contemporaneamente le gambe all’indietro, come se doveste effettuare dei piegamenti. Con un altro salto tornate poi nella posizione eretta e ripetete per almeno dieci volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>