La posizione yoga per dormire meglio

Chi ha problemi a prendere sonno o vuole semplicemente migliorare l’esperienza del riposo notturno scoprirà con piacere questa posizione yoga per dormire meglio. D’altronde una ricerca recente dell’università di Harvard ha evidenziato che le persone che praticano yoga con costanza riescono a dormire meglio rispetto a chi non lo fa.

posizione yoga per dormire meglio

Per questo vi proponiamo oggi una posizione yoga che viene considerata la migliore per rilassarsi e creare un rito piacevole prima di andare a dormire, in modo che il corpo si prepari al meglio. Si chiama Viparita Karani, è una postura capovolta. Non si tratta solo una semplice posisione ma di un mudra, una pratica che si usa per purificarsi.

Unisce a tutti i benefici di una posizione rilassante anche i vantaggi che ne derivano per la circolazione delle gambe, perché vengono sollevate favorendo il drenaggio dei liquidi che ristagnano nella parte bassa del corpo. Essendo inoltre una posizione facile e comoda si può tenere a lungo senza problemi.

Devono tuttavia essere osservate alcune controindicazioni: va evitata durante il periodo mestruale, in caso di ipertensione o da chi soffre di ernia iatale. In tutti gli altri casi può essere eseguita da chiunque, sdraiati direttamente sul pavimento con le gambe contro un muro oppure utilizzando un piccolo cuscino sotto la zona lombare.

Per eseguirla sistematevi in posizione fetale sul pavimento con le gambe vicino ad una parete, dunque giratevi lentamente sul dorso fino a raggiungere la posizione supina con le gambe raccolte e il coccige vicino alla parete. Le braccia sono a candelabro o stese verso l’esterno, con i palmi rivolti verso l’altro, mentre le gambe si stendono verso l’alto appoggiandosi al muro. Chi è capace di assumere la posizione completa della candela, invece, può evitare sia la parete che il cuscino, sostenendo il bacino con le mani.

Una volta raggiunta la posizione rilassatevi e respirate molto lentamente, concentrandovi sulle fasi del respiro che va eseguito sempre attraverso le narici. La fase di espirazione deve essere molto lenta e profonda, l’inspirazione nasce spontanea.

Restate in questa posizione per un tempo minimo di 5 minuti, ma potete prolungare fino a 20-30 minuti. Prima di sciogliere la posizione tornate ad un respiro naturale e sciolto, dunque piegatevi novamente su un fianco e rialzatevi lentamente.

7 trucchi per dormire con il caldo

Il caldo è arrivato con tutta la sua spietata violenza e già le prime notti insonni ci sfiancano: ecco 7 trucchi per dormire con il caldo e svegliarsi riposati e in perfetta forma, pronti a cimentarsi in una sessione sportiva senza sentirsi fiacchi e privi di energie.

trucchi per dormire con il caldo

Dormire bene infatti favorisce il recupero muscolare e la performance sportiva è migliore se abbiamo riposato e ci siamo risvegliati freschi e rifocillati dal sonno. La cattiva qualità del riposo infatti ci rende più deboli, meno reattivi ma anche più irritabili e di pessimo umore.

Aria condizionata sì ma…

L’aria condizionata fornisce un sicuro aiuto per mantenere fresca la temperatura della stanza ma non possiamo contare solo su quello. Ci sono infatti controindicazioni nell’uso massiccio del condizionatore, specialmente quando si orienta il getto direttamente su di sé. Meglio scegliere la funzione deumidificatore.

Il ventilatore

Il ventilatore va orientato non su di sé ma verso la finestra aperta. È da lì che entra l’aria calda e così si contrasta efficacemente. In questo modo il ventilatore sarà più utile e non vi soffierà addosso aria rovente.

Lenzuola umide davanti alle finestre

Si possono usare come tende davanti alle finestre o alle porte aperte ma con le persiane leggermente chiuse o le serrande abbassate. Parte del calore verrà bloccato e la stanza rimarrà più fresca.

Una doccia tiepida

Contrariamente a quanto si pensa, la doccia fredda non è una soluzione perché ci farà avvertire ancora di più il calore dell’ambiente. Una doccia tiepida prima di mettersi a letto invece ci farà sentire più freschi.

Una cena leggera

Una cena leggera aiuterà a dormire meglio quando fa caldo. Un pasto pesante infatti costringe il corpo ad una digestione più lunga che induce l’organismo a produrre calore. L’ideale? Un’insalata di riso perché contiene melatonina che favorisce il sonno.

Un cuscino fresco

Un cuscino fresco aiuta ad abbassare la temperatura del corpo e diminuirà anche il senso di mal di testa provocato dal forte caldo. Per ottenere questo risultato sistemate dentro la federa, sotto il cuscino e non a contatto con la testa, un pacchetto di gel che avrete tenuto nel congelatore, di quelli che si usano generalmente per le lesioni sportive.

Un pigiama umido

Indossare un indumento leggero in materiale naturale aiuta a sentire meno caldo. Meglio ancora se è leggermente umido. Se però non gradite la sensazione di un capo umido sulla pelle potete provare solo con un panno bagnato in acqua fredda da appoggiare sulla fronte prima di andare a dormire.

Photo | Thinkstock

Consigli per dormire meglio

consigli per dormire meglio

Il segreto del benessere è riposare adeguatamente e dopo una notte di buon sonno siamo anche più reattivi ed efficienti nello sport, perciò vi proponiamo 5 consigli per dormire meglio. La qualità del sonno è spesso trascurata nella nostra vita quotidiana frenetica per la quale non ci bastano mai le ore della giornata, così finiamo per sottrarle al riposo notturno. Se dormiamo meglio, però, anche meno ore possono bastare.

Evita la luce blu

Prima di andare a letto evitate di esporvi a fonti luminose blu come gli schermi di tablet, computer e smartphone. La lunghezza d’onda della luce blu influisce sul sistema nervoso e inibisce la produzione di melatonina, importantissima nel ciclo di sonno e veglia. Se non potete fare a meno di controllare lo smartphone prima di dormire provate l’app F.lux che imposta un filtro per schermare la luce blu.

Se ti svegli, alzati

Se ci si sveglia nel cuore della notte e non si riesce a riprendere sonno è meglio alzarsi anziché restare sdraiati in preda alla frustrazione, lasciandosi travolgere dai pensieri negativi sul sonno perduto e su quanto sarete stanchi la mattina dopo. Uscite dal letto, fate un po’ di stretching, meditate guardando la luna. Dedicatevi a qualche piccola attività purché non richieda di accendere la luce.

Basta caffeina

La caffeina, ci piaccia o no, influisce negativamente sulla qualità del sonno, anche se viene assunto nelle prime ore della giornata. Se non riuscite proprio a fare a meno del caffè moderate radicalmente le quantità, ma sarebbe meglio evitarlo del tutto. Occhio anche ad altri alimenti che contengono caffeina: non proviene solo dal vostro espresso.

Meditazione e respirazione

Chi non riesce a dormire per problemi d’ansia non risolverà la questione evitando schermi blu o eliminando la caffeina. La meditazione può aiutare. Studi scientifici hanno dimostrato che la meditazione, insieme ad una respirazione profonda e consapevole, aiuta a ridurre l’ansia e migliora la qualità del sonno.

Magnesio

Assumere un po’ di magnesio prima di andare a letto aiuta a rilassarsi e dormire meglio. Il magnesio infatti è miorilassante e favorisce la distensione muscolare.

Photo | Thinkstock

Dormire poco fa venire le rughe

liftigymIl sonno ci fa belli rendendo la nostra pelle liscia, tonica, luminosa. Quella che un tempo era ritenuta solo una credenza popolare si è infatti rivelata una solida certezza scientifica grazie a uno studio pubblicato qualche tempo fa sul British Medical Journal secondo il quale dormire almeno otto ore per notte è un vero e proprio elisir di bellezza. Lo studio però non rivelava invece il destino di coloro che dormono poco. A farlo ci ha pensato un altro team di ricercatori, statunitensi stavolta, secondo i quali dormire poco favorisce l’invecchiamento cutaneo.

Dormire bene per svegliarsi con più energia al mattino

dormire bene energia mattino

Molto spesso capita di alzarsi dal letto la mattina, ma di avere ancora sonno e di sentire il bisogno di restare ancora tra le lenzuola. Chi sperimenta un calo di energie appena suona la sveglia, molto spesso ha problemi ad addormentarsi la sera o non riesce a riposare bene durante la notte. Svegliarsi senza energia è una brutta sensazione, anche se piuttosto diffusa: ecco come fare per aprire gli occhi e ritrovare subito l’energia necessaria per affrontare la giornata.

Dormire bene aiuta a rimanere in forma

Dormire bene ogni notte vuol dire aiutare il corpo a rimanere in forma e regalarsi un aspetto migliore. Infatti, secondo alcune ricerche, chi dorme poco rischia maggiormente di ingrassare. Se si risposa male o in maniera insufficiente, anche le prestazioni durante l’allenamento rischiano di calare. Meglio seguire qualche consiglio per assicurarsi una bella dormita ed un corpo sempre in forma!

Ridurre lo stress e migliorare la qualità del sonno con tension tamer

Porta il nome di una nota bevanda rilassante ma il Tension Tamer di cui intendiamo parlarvi oggi non si beve, nè si mangia. Si fa. Con l’acronimo TT si indica infatti un vero e proprio esercizio antistress che chiunque di noi può eseguire in casa, analogamente al ben noto training autogeno che, a differenza di questo, necessita però di un’opportuna formazione prima di essere messo in pratica.

Dormire bene rinforza mente e corpo

Americani precursori e tutti gli altri a ruota. Pare lo scenario ammirato migliaia di alttre volte in svariati contesti del quotidiano ma stavolta a rendere autorevole il made in Usa è il fatto che le indicazioni giungono dalla scienza.

Il fitness della mente (ma, in fondo, vale anche per il benessere del corpo) sarebbe dato dal dormire bene – e sempre meglio – rispetto a quanto siamo abituati.