Rope training, cos’è e quali sono i rischi

di Sara Mostaccio Commenta

Rope training è il nome di un allenamento con la corda che si diffonde sempre di più, specialmente dopo il grande successo del Crossfit. Si tratta di un allenamento molto efficace e intenso ma diventato di moda e perciò capita di essere praticato senza la giusta preparazione e senza conoscere quali potrebbero essere i rischi.

Con il rope training si bruciano molte calorie e si allenano la forza e la resistenza del corpo oltre al sistema cardiovascolare, molto stimolato. Allo stesso tempo però è un esercizio che richiede molta concentrazione e una preparazione fisica pregressa per essere affrontato al meglio.

La prima cosa a cui prestare attenzione è la grandezza della corda che esiste di vari diametri e che deve essere adeguata al proprio stato fisico per evitare il rischio di lesioni. Per ottenere i migliori risultati senza farsi male, come sempre, è necessario valutare il proprio stato fisico di partenza e scegliere il grado di allenamento giusto per sé oltre agli strumenti più adatti.

Un altro fattore di rischio sta nell’impugnatura scorretta delle corde. Afferrarle nel modo sbagliato può provocare fastidi ai polsi e alle braccia. L’esercizio non deve sovraccaricare questa zona ma servirsene per propagare il movimento al resto del corpo.

Attenzione anche alle spalle e alla schiena. A causa della posizione in cui si pratica il rope training, si rischia di assumere una postura scorretta e di sovraccaricare la schiena. Concentratevi sulla posizione corretta prima di eseguire l’esercizio e cercate di aggiustarla continuamente in modo da non assumere posture sbagliate e dannose.

È importante anche prestare attenzione alla posizione delle gambe. Devono essere un’ancora che vi mantiene ben saldi al suolo ma devono rimanere morbide, mai troppo tese e rigide per evitare la creazione di tensioni in questa zona e un sovraccarico sulla zona lombare.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>