Muscoli: Grande Pettorale

di Gaetano 2

Il Grande Pettorale è il muscolo allenato per eccellenza dall’uomo, appartiene alla categoria dei muscoli “grandi” insieme a Quadricipite femorale e Gran Dorsale. Il gran pettorale origina in tre punti, clavicolare, sternocostale e addominale ed ognuna ha una precisa inserzione. Ad esempio, la parte addominale origina dal foglietto anteriore della guaina; la parte clavicolare dalla metà mediale del margine anteriore della clavicola, mentre la parte sterno costale dalle cartilagine della 2°-6° costa e dalla fascia sternale.

Il grande pettorale ha come inserzione (punto di attacco) il margine laterale del terzo superiore del solco bicipitale dell’omero e a livello del tubercolo maggiore, dove si legano le fibre muscolari tramite un tendine quadrilatero.  Nei muscoli pettorali, così come negli altri gurppi, ci sono diversi tipi di fibre muscolari: le fibre di tipo I (le fibre a contrazione lenta -fibre rosse- , resistenti all’affaticamento e ricche di enzimi ossidativi, che permettono attività lente, continue e prolungate, hanno un’alta capacità aerobica); le fibre di tipo II (le fibre a contrazione rapida -fibre bianche-, che si stancano facilmente, ma sono ancora più ricche di enzimi ossidativi e sviluppano velocemente massa e forza). Anche se la distribuzione delle fibre può variare da soggetto a soggetto, nel muscolo grande pettorale abbiamo il 42% di fibre di tipo I ed il 58% di fibre di tipo II.

Le azioni di questo muscolo sono diverse ed è responsabile della gran parte dei movimenti della aprte superiore del corpo: ad esempio, è il pettorale che adduce completamente il braccio, se prende punto fisso sul torace, abbassa il braccio e lo porta in avanti, se prende punto fisso sull’omero solleva il tronco e lo avvicina al braccio, se le braccia sono pendenti lungo il tronco, alza e anteriorizza il moncone della spalla e intraruota l’omero.

Esercizi: il Grande Pettorale può essere allenato con esercizi base (pluriarticolari), come le distensioni su panca piana con manubri o bilancere (bench press), chest-press, le parallele o i piegamenti sulle braccia a corpo libero e con quelli detti complementari (monoarticolari), come  croci o aperture con i manubri su panca piana, pectoral machine o croci ai cavi.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>