Miele, le proprietà contro insonnia e i piccoli disturbi stagionali

di Riccardo Commenta

Ora che ci avviciniamo al cambio di stagione e alle prime piogge ci torna utile trovare dei prodotti che ci possano aiutare a superare i piccoli disturbi di stagione. Il miele è uno di questi, ottimo alimento che ci può aiutare in questo periodo a superare quei piccoli problemi dati da insonnia, mancanza di concentrazione, mal di gola e lievi stati febbrili attraverso le sue proprietà naturali battericide e antibiotiche senza dimenticare le sue qualità per gli sportivi già trattate su “Dieta per chi fa sport: il miele“.

Già dall’antichità al miele erano riconosciute molteplici proprietà curative sia in occidente sia in oriente, infatti i primi riscontri ritrovati nel mediterraneo risalgono a 4000 anni fa nell’antico Egitto e in oriente si trovano negli antichi testi della medicina ayurvedica dell’India che risalgono a 3500 anni fa. Il miele in India è utilizzato per vari disturbi tra cui il singhiozzo, la nausea, sete eccessiva e per le malattie correlate alla gola e ancora oggi l’ayurveda è parte rilevante della medicina ufficiale dello stato e all’interno della formazione dei medici nelle università indiane.

Anche la nostra erboristeria riconosce molte qualità terapeutiche e farmacologiche al miele grazie alla presenza di alcuni oligoelementi che lo compongono tra i quali ferro, iodio, magnesio, vitamine A , C, sostanze battericide ed antibiotiche naturali che normalmente aiutano l’alimento a mantenersi nel tempo. Bisogna ricordarsi che le proprietà dei mieli cambia a seconda del tipo di nettare adoperato dall’insetto per la sua produzione e dalla stagionatura che lo contraddistingue ma in ogni caso se viene riscaldato, come per qualsiasi alimento, tende a perdere molte caratteristiche che lo compongono tra cui la vitamina C.

In linea di massima vengono trovati i mieli di acacia e conifera più utili per risolvere disturbi delle vie orali grazie alle loro caratteristiche antinfiammatorie e quello di eucalipto viene riscontrata una maggiore proprietà espettorale e contro la tosse. Per affievolire problemi di emicrania viene suggerito il miele di tiglio invece per l’ansia e l’insonnia quello di bianco spino. Un consiglio per alleviare l’insonnia e l’ansia è quello di assumere il miele insieme a liquidi tiepidi ma assenti di teina e caffeina, pertanto suggerisco la buona tazza di latte della nonna con un cucchiaino di miele.

Ricordamoci del nostro aspetto fisico facendo presente che il miele è composto da circa 72% di zuccheri e tra questi i monosaccaridi fruttosio e glucosio possono essere riscontrati dal 70% al 100% a seconda del nettare dando un valore calorico di 300 calorie per 100 grammi, ottimo per gli atleti che si prestano a svolgere attività fisica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>