La ginnastica post parto

di Gioia Bò Commenta

Qualche giorno fa ci siamo occupati dell’argomento sport&gravidanza, cercando anche di sfatare il luogo comune secondo il quale una donna incinta dovrebbe evitare di tenersi in allenamento per paura di complicazioni. In realtà l’esercizio fisico è più che mai utile nel periodo della gestazione, purché si stia lontani da tutte quelle discipline che potrebbero creare traumi irreversibili.

E se lo sport è di fondamentale importanza nel corso dei nove mesi che precedono la nascita di un bebè, figuriamoci quanto può essere determinante nel periodo successivo al parto, quando recuperare la forma perduta diventa uno degli obiettivi primari della neo-mamma.

Come fare dunque per ritrovare una condizione accettabile di fronte allo specchio? Il consiglio più scontato e banale è quello di non avere fretta: per “ingrassare” avete impiegato nove mesi e non potete pretendere di perdere tutti i chili di troppo nel corso di qualche settimana.

Una volta compresa la difficoltà di “rientrare” negli abiti che indossavate prima della gravidanza, potete anche cominciare con esercizi volti a stimolare la circolazione, cercando di non appesantire troppo la muscolatura con sforzi che risulterebbero controproducenti in questa fase.

Solo a distanza di qualche settimana dal parto (a meno di complicazioni) si può pensare all’esercizio fisico vero e proprio, lavorando su braccia, seno, addominali e colonna vertebrale, in modo che ogni fibra del corpo sia sottoposta ad un lavoro di rafforzamento.

Ben vengano dunque le lunghe camminate, spingendo la carrozzina (laddove le condizioni metereologiche lo permettano), ma anche del sano movimento in casa, evitando di farsi aiutare dalla mamma o dalla suocera per sbrigare le faccende domestiche meno pesanti. Da bandire anche l’uso dell’ascensore (a meno che non sia necessario traslocare continuamente la carrozzina) a vantaggio dell’utilizzo delle scale, ottimo mezzo per buttare giù peso e tonificare i muscoli delle gambe.

Si comincia con esercizi di questo tipo, per poi pensare eventualmente all’iscrizione in palestra, ricordando in ogni caso che occorre tempo e pazienza per tornare quelle di prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>