Tonificarsi e dimagrire con le vibrazioni

di AnnaMaria Commenta

In vista dell’imminente prova costume siamo tutti tentati dal provare un allenamento intensivo per perdere qualche chilo e tonificare i muscoli. Una recente ricerca però ha dimostrato che non è necessario affaticarsi con sedute sfiancanti di esercizi per cominciare a dimagrire e delineare il corpo.

Secondo quanto è emerso dallo studio condotto da Nigel Stepto, professore della Victoria University, una terapia a base di vibrazioni potrebbe aiutare una persona a bruciare calorie, sforzandosi pochissimo. Tutto quello che serve  è una piattaforma vibrante che aiuterebbe a rinforzare, tonificare i muscoli e perfino a bruciare calorie.

PEDANA VIBRANTE, ALLENARSI CON LE VIBRAZIONI

Il meccanismo è semplice:  la vibrazione viene trasferita dai muscoli alle ossa e produce contrazioni involontarie dei muscoli più volte al secondo, proprio come succede quando si fa fitness. Secondo il professore, l’attività sulla piattaforma vibrante “ha più vantaggi di 30 minuti di passeggiata o di una corsa moderata sul tapis roulant” perchè le macchine vibranti non solo  sono in gradi di migliorareo il tono muscolare ma anche la coordinazione, l’equilibrio, la densità ossea e in più possono essere utilizzate anche da chi è fuori allenament, ha problemi di mobilità ridotta o problemi di salute cronici.

ALLENARSI IN 15 MINUTI, ORA SI PUO’ CON LA PEDANA VIBRANTE

Certamente per ottenere risultati apprezzabili e un dimagrimento consistente, sarà necessario aggiungere a questo allenamento anche un po’ di fitness aerobico, ma resta il fatto che secondo lo studio chi utilizza una piattaforma vibrante per almeno 3o minuti al giorno dimagrisce di più di chi non lo fa. Insomma, non ci resta che provare per vedere se realmente funziona.

POWER PLATE, VIBRAZIONE E MASSAGGIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>